Notizie
Categorie: Lega Pro - Nazionali

La Lupa passa il turno: vittoria per 3-0 con la Sef Torres

La formazione di Galluzzo inaugura nel migliore dei modi lo Scopigno: reti di Ricamato, Icardi e Siclari



Image titleLUPA CASTELLI ROMANI – SEF TORRES 3-0

MARCATORI Ricamato al 27’ pt, Icardi al 15’ st, Siclari al 49’ st

LUPA Amelia, Rosato, Colantoni, De Gol, Mazzei, Icardi (dal 26’ st Crescenzo), Mancini, Ricamato (dal 29’ st Carta), Mastropietro (dal 22’ st Montesi), Volpe, Siclari.  PANCHINA Tassi, Lucarini, Proietti, Ferrari. ALLENATORE Galluzzo 

SEF TORRES Iali (dal 20’ st Bartolelli), Zanini, Marcangeli, Scalini, De Ambrosis, Sassu, Masala, Gueli (dal 23’ st Andriolo), Musto, Gaetano, Damiano (dal 38’ Minunzio). PANCHINA Mezzapelle, Ammoscato, Gottuso. ALLENATORE Podda 

ARBITRO Di Gioia di Nola

ASSISTENTI Diomaiuta di Albano Laziale, Squarcia di Roma

NOTE Ammoniti Mazzei (L), Scalini, Bartolelli (T)

Dopo il pari all’esordio stagionale in terra sarda, la Lupa torna in campo inaugurando per il ritorno di Coppa Italia contro la Torres il Manlio Scopigno, lo stadio che ospiterà le gare casalinghe della squadra amarantoceleste. Di fronte ad un buon afflusso di pubblico, considerando l’appuntamento infrasettimanale e l’orario lavorativo dell’appuntamento, la squadra di Galluzzo riesce a conquistare il passaggio del turno rifilando tre reti ad una giovane e volenterosa Torres. Per la prima gara ufficiale nell’impianto reatino, Galluzzo conferma Amelia tra i pali, schierando una linea difensiva composta da Colantoni a sinistra, Rosato a destra, De Gol e Mazzei centrali. A centrocampo c’è spazio per Icardi dal primo minuto, insieme a Volpe ed all’autore del gol dell’andata Ricamato. Davanti si rivede Mancini, che fa compagnia a Siclari e Mastropietro. La Lupa parte bene e tiene fin da subito in mano il pallino del gioco, senza però creare grandi problemi dalle parti di Iali. Il primo tiro arriva infatti al 15’, quando Volpe sfiora il palo alla sinistra dell’estremo difensore sardo.  La Torres sembra reggere botta, ma al 27’ la Lupa passa meritatamente in vantaggio: su calcio di punizione di Volpe, il numero uno della Torres si supera togliendo la sfera dall’incrocio, ma sulla ribattuta arriva come un falco Ricamato, che sigla il gol dell’1-0 e si conferma un vero incubo per la squadra di Podda. La Torres non sembra però volersi arrendere, e si propone in avanti alla ricerca del pari. Di fronte si trova però uno strepitoso Amelia, che nel giro di pochi minuti dice di no a Musto in due occasioni, prima deviando il pallone in corner a seguito di una discesa sulla destra, poi con un’uscita perentoria che salva il risultato. La Lupa prova a chiuderla ancora con Ricamato, bravo a recuperare palla sulla destra ed a servire in area Mastropietro, nell’occasione anticipato dal difensore avversario. Al 39’ ci prova Mazzei, che gira di testa su cross di Colantoni guadagnando però solo un corner. In avvio di secondo tempo, è ancora Amelia a strappare gli applausi del pubblico: il portiere della Lupa ipnotizza con i piedi Musto, trovatosi tutto solo in area e a due passi dal gol; sul ribaltamento di fronte, i padroni di casa si fanno pericolosi con Siclari, che intercetta un cross di Rosato dalla destra ma trova sulla sua strada Iali. All’11’ è ancora il numero 11 amarantoceleste a spaventare la Torres: Mastropietro vince un rimpallo nella propria metà campo, Siclari recupera il pallone e innesca il contropiede, allargandosi sulla destra e sparando sull’esterno della rete. Il raddoppio però pare essere nell’aria ed arriva al 15’ della ripresa: cross in mezzo di Mazzei, Mastropietro spara sul portiere, ma sulla corta respinta è lesto Icardi a realizzare il 2-0. Messo in cantiere il risultato, la squadra di Galluzzo sembra non voler spingere più sull’acceleratore, complice il grande caldo di un pomeriggio di agosto, ma quando lo fa si rende pericolosa: l’arbitro Di Gioia grazia con il cartellino giallo il portierino Bartolelli (subentrato a Iali) dopo un’uscita con le mani fuori area, ma il terzo gol arriva comunque. Proprio allo scadere dei quattro minuti di recupero, infatti, Siclari chiude i conti insaccando di testa, firmando il definitivo 3-0 e regalando alla Lupa il passaggio del turno.