Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

La Lupa Roma affonda il Melfi nell'anticipo della 12a giornata

Nella ripresa l'espulsione di Di Salvatore spiana la strada ai capitolini che vanno in gol con Bencivenga, Fofi e Venturini su rigore. Gli ospiti chiudono in otto



12a Giornata - 30 nov 2014
3 - 0

MARCATORI Bencivenga 15’st, Fofi 34’st, Venturini 48’st rig

LUPA ROMA Cianfriglia 6.5, Frezza 6.5, Bencivenga 7, Faenza 6.5, Borelli 6.5, Baccari 6.5 (37’st Boccaccini), Pirazzi 6.5 (41’st Di Branco sv), Mengoni 6 (12’st Cucciari 6.5), Semprini 6 (30’st Venturini 6), Perfetti 6.5 (41’st Luciani sv), Manganaro 6 (12’st Fofi 6.5) PANCHINA Torchio, Sincich, Vespasiani, Luciani ALLENATORE Monaco

MELFI Bello S. 5.5, Di Paola 5.5 (35’st De Rosa sv), Di Salvatore 5, Salierno 5.5, Pugliese 5.5 (42’st Bello L. 5), Somma 5.5 (41’st Carella sv), Salcino 5.5 (47’st Vaglica sv), Casiello 6, Voza 5.5 (37’st Sfera sv), Martiradonna 5 (27’st Romaniello 6), Rotunno 5.5 (40’st Calicetto sv) ALLENATORE Matello

ARBITRO Pragliola di Terni, 5.5

ASSISTENTI Rapiti di Viterbo e D’Ascoli di Roma 1

NOTE Espulsi Di Salvatore (M) all’8’st per doppia ammonizione, Lorenzo e Simone Bello (M) al 46’st per proteste Allontanato Matello (M) per proteste al 20’st Ammoniti Pugliese, Somma, Salierno, Bencivenga Angoli 6-3 Recupero 2’pt e 8’st


L'esultanza dopo il gol di Bencivenga foto©GazzettaRegionaleTre gol per tornare subito al successo, per ritrovare il sorriso dopo il ko di L’Aquila e tuffarsi a capofitto verso l’ultimo impegno del 2014. La Lupa Roma supera in scioltezza il Melfi, ma al “Francesca Gianni” c’è voluta quasi un’ora per sbloccare una gara che, minuto dopo minuto, stava assumendo i crismi di un ostacolo scomodo, difficile da scavalcare. La differenza in campo si è vista sin da subito, con gli ospiti spesso messi alle strette più per errori in fase d’impostazione che per iniziative capitoline. Poca freddezza sotto porta e un pericoloso atteggiamento di superiorità hanno contraddistinto invece il primo tempo della Lupa Roma di Carlo Monaco, lacune prontamente colmate nella seconda frazione anche grande allo spirito propositivo dei giocatori entrati dalla panchina, assolutamente decisivi.


Pronti via. Sin da subito la Lupa Roma prova a sfondare sulle fasce, ma gli esterni non riescono a trovare i varchi giusti per infilare la retroguardia ospite, capace di chiudere tutti gli spazi. Al 10’ la prima occasione della partita: rinvio sbilenco di Bello, Manganaro intercetta e serve subito Semprini che tutto solo prova a battere l’estremo difensore ospite, bravo a bloccare il rasoterra dell’attaccante. Il numero 9 ci riprova due giri di lancette dopo, il suo colpo di testa viene sventato senza difficoltà dal portiere lucano. Il leit motiv della partita vede la Lupa Roma nella metà campo avversaria, ma la formazione di Monaco manca di cattiveria e le buone occasioni davanti la porta avversaria vengono puntualmente gettate al vento. Al 26’pt il Melfi reagisce e per poco non sblocca la gara: ribattuta della barriera dopo una punizione di Perfetti, la sfera carambola verso Rotunno che, velocissimo, parte in contropiede, entrato in area mette la palla in mezzo per Casiello che, tutto solo, calcia a lato. Dieci minuti dopo è la Lupa Roma a sfiorare l’1-0: Perfetti conquista palla sulla trequarti avversaria, converge al centro e lascia partire un destro che fa la barba al palo.


Ripresa. Il primo sussulto del secondo tempo è del Melfi, un gran sinistro di Casiello impegna Cianfriglia che devia in angolo. Gli ospiti sembrano più attenti, mentre la Lupa Roma fatica ancora a finalizzare i propri sforzi. All’8’st la squadra di Matello resta in dieci per l’espulsione di Di Salvatore, l’episodio spiana la strada ai capitolini che al quarto d’ora sbloccano la gara: Bencivenga appoggia in area per Cucciari, il neo entrato chiude il triangolo con il terzino che, defilato sulla sinistra, infila il portiere ospite con un gran destro sotto la traversa. I padroni di casa prendono coraggio, mentre gli ospiti perdono i pezzi. Al 20’st viene allontanato anche l’allenatore dei lucani, mentre la Lupa Roma continua a crescere azione dopo azione. Una punizione dal limite di Perfetti fa tremare la retroguardia ospite, che al 34’st subisce il raddoppio: lancio di Cianfriglia a scavalcare tutta la difesa avversaria, il neo entrato Fofi scatta sul filo del fuorigioco e, a tu per tu con Bello, non sbaglia. Nel lunghissimo recupero (8 minuti) succede praticamente di tutto: prima un palo esterno colpito da Frezza, poi l’arbitro espelle Lorenzo e Simone Bello decretando un calcio di rigore in favore della Lupa Roma, dagli undici metri Venturini realizza il 3-0 definitivo. Vince l’undici di Carlo Monaco, tra una settimana ad Ascoli l’ultimo appuntamento del 2014 prima della lunga sosta natalizia. Il girone di ritorno infatti prenderà il via l’11 gennaio.