Notizie
Categorie: Lega Pro - Nazionali

La Lupa Roma cade anche a Melfi: Caturano trascina i padroni di casa

La formazione del presidente Cerrai va subito sotto e non riesce più a riprendere il match. Altro ko pesante dopo lo 0-4 subito in casa contro la Salernitana



MELFI – LUPA ROMA                 3-0 

MARCATORI 4’pt Caturano (M, rig.), 47’pt Caturano (M), 32’st Caturano (M). 

MELFI Perina, Guerriera, Amelio, Colella, Pinna, Spezzani, Fella (32’st Giacomarro), Agnello, Caturano (34’st Nappello) Berardino (41’stLibutti),Tortori PANCHINA Gagliardini, Annoni, Chiarello, Campagna ALLENATORE Bitetto 

LUPA ROMA Rossi, Martorelli (30’st Faccini), Pasqualoni, Capodaglio, Conson, Prevete, Moras (8’st Mastropietro), Raffaello, Malatesta, Perrulli (13’st Bariti), Cerrai PANCHINA Rossini, Lazazzera, Santarelli, Ferrari ALLENATORE Cucciari

ARBITRO Schirru di Nichelino. ASSISTENTI Di Stefano di Brindisi e Bandettini di Pistoia 

NOTE Espulso 23’st Malatesta (L) per proteste, 25’st Agnello (M) per doppia ammonizione. Ammoniti Pasqualoni, Colella, Berardino, Conson Angoli 3-3. Rec. 3’pt, 5’st. 

Cucciari perplesso © photosportiva.itAllo stadio “Arturo Valerio” va in scena la 16^ giornata di campionatotra Melfi e Lupa Roma. Due squalificati per parte con il Melfi che deve rinunciare ai due centrali difensivi Dermaku e Di Filippo e la Lupa Roma senza i due terzini Frabotta e Celli. Tajarol si sveglia con la febbre e va in tribuna con Cascone, Testardi e Leccese che figurano tra gli indisponibili nella formazione ospite che si affida al 4-3-3 con il tridente Moras-Malatesta-Perrulli dal 1’.

Neanche il tempo di iniziare che la Lupa Roma passa in svantaggio: al 4’ fallo di Raffaello su Fella in area e calcio di rigore per il Melfi. Sul dischetto si presenta Caturano che, di destro, tira forte e centrale battendo Rossi per il vantaggio dei padroni di casa. Al 10’ episodio molto dubbio in area di rigore del Melfi con un fallo di Pinna su Perrulli in area di rigore con il capitano della Lupa Roma che, fermato in modo irregolare, viene invitato a rialzarsi dal direttore di gara. Il sig. Schirru lascia correre un episodio apparso molto discutibile. La Lupa Roma non riesce ad impegnare Perina con il Melfi che si rende protagonista di un paio di conclusioni da fuori area con Berardino e Tortori. Prima della fine del primo tempo al 47’ arriva il raddoppio del Melfi con un lancio lungo di Guerriera che trova in profondità lo scatto di Caturano che, con un perfetto pallonetto, beffa Rossi per la rete del 2-0 con doppietta personale del numero 9 dei padroni di casa.

Nellar ipresa la musica non cambia e mister Cucciari cerca di cambiare qualcosa in avanti con gl’ingressi di Mastropietro e Bariti in luogo di Moras e Perrulli. Le due squadre non riescono a rendersi pericolose e restano entrambe in dieci uomini con il rosso diretto rifilato a Malatesta per proteste e il doppio giallo per Agnello del Melfi. La Lupa Roma cerca di riaprire il match al 29’ con un colpo di testa di Prevete che, sugli sviluppi di un corner, sfiora la traversa. Il Melfi cerca di chiudere il match e ci riesce al 31’ in contropiede: Tortori allarga per Amelio, cross in area per Caturano che, da due metri, batte Rossi per la terza volta firmando la sua tripletta personale. Doppio cambio per il Melfi con gli ingressi di Nappello e Giacomarro al posto di Caturano e Fella. La Lupa Roma cerca di firmare la rete dell’1-3 ma la punizione di Capodaglio è ben respinta da Perina con il neoentrato Nappello che, appena entrato, sfiora la quarta rete per il Melfi. Il Melfi gioca in scioltezza e sfiora a più riprese il poker con Nappello e Amelio che chiamano Rossi a due grandi interventi. Dopo 5 minuti di recupero il triplice fischio del sig. Schirru di Nichelino pone fine all’incontro con il Melfi che batte 3-0 la Lupa Roma salendo a 19 punti in classifica. Secondo ko consecutivo per la Lupa Roma che dovrà cercare di riscattarsi domenica prossima alle ore14,30 contro il Savoia nell’ultimo match casalingo del 2014.