Notizie
Categorie: Lega Pro - Nazionali

La Lupa Roma non finisce di stupire! Espugnata Cosenza con Cerrai e Perrulli

Sesto risultato utile consecutivo, terzo successo in 4 gare di campionato per la formazione di Cucciari, che vince nonostante le assenze



La gioia di Lorenzo Cerrai dopo il golMARCATORI 28’pt Cerrai (L), 7’st Perrulli (L), 37’st Mosciaro (rig., C).

COSENZA Saracco, Ciancio, Bertolucci, Arrigoni, Blondett, Magli, Corsi, Criaco (35’st Tortolano), Mosciaro, Calderini (16’st Alessandro), Sassano (16’st Cori). PANCHINA Puterio, Tedeschi, Zanini, Fornito. ALLENATORE Cappellacci. 

LUPA ROMA Rossi, Pasqualoni, Celli, Capodaglio, Conson, Cascone, Prevete, Cerrai, Tajarol (16’st Testardi), Perrulli (34’st Santarelli), Moras (8’st Scibilia). PANCHINA Rossini, Frabotta, Hoxha, Malatesta. ALLENATORE Cucciari.  

ARBITRO Mastrodonato di Molfetta. 

ASSISTENTI Lacalamita di Bari e Viola di Bari.  

NOTE Ammoniti Ciancio, Cori (C), Scibilia, Rossi (L). Angoli 4-1 per il Cosenza. Rec. 1’pt, 4’st.

Sesto risultato utile consecutivo, terzo successo in 4 gare di campionato per la Lupa Roma che sale a 10 punti in classifica e continua a sfruttare il suo magic moment espugnando il San Vito grazie alle reti di Lorenzo Cerrai e capitan Giampietro Perrulli. 

Per la cronaca la Lupa Roma si presenta all’appuntamento priva degli infortunati Martorelli, Tagliavacche, Raffaello, Leccese e Mastropietro mentre nel Cosenza manca in porta lo squalificato Nicola Ravaglia che viene sostituito dal ’94 Saracco. Moduli speculari per Cappellacci e Cucciari che si schierano con il 4-3-3. Al 3’ primo tentativo verso la porta avversaria di Mosciaro con Rossi che blocca facilmente la conclusione del capitano locale. Al 7’ la risposta della Lupa Roma arriva con una punizione velenosa di Giampietro Perrulli che trova Saracco pronto alla risposta. Al 9’ la Lupa Roma sfiora ripetutamente il gol prima con Lorenzo Cerrai e poi con Perrulli e Tajarol ma la sfera continua a danzare pericolosamente in area di rigore senza entrare in porta. Al 28’ sovrapposizione di Celli, cross di Perrulli e tap-in vincente di Lorenzo Cerrai che batte Saracco per il vantaggio della Lupa Roma. Primo gol tra i professionisti del giovane centrocampista classe ’93 che si fa trovare al posto giusto nel momento giusto battendo l’estremo difensore locale. 

Nel primo tempo non arrivano ulteriori emozioni mentre la ripresa comincia subito con il raddoppio della Lupa Roma che al 7’ trova la rete del 2-0 con il capitano Giampietro Perrulli che con un tiro cross beffa Saracco trovando il suo primo gol in campionato, il secondo stagionale dopo la perla in Coppa Italia contro il Tuttocuoio. Cambi da una parte e dall’altra con la Lupa Roma che inserisce Scibilia e Testardi in luogo di Moras e Tajarol mentre il Cosenza fa subentrare Alessandro e Cori al posto di Calderini e Sassano. Il Cosenza cerca di alzare il proprio baricentro e si rende pericoloso con qualche tentativo dalla distanza ma è la Lupa Roma a sfiorare ancora il gol con Lorenzo Cerrai che da buona posizione calcia debole al 29’ del secondo tempo. Al 37’ della ripresa Pasqualoni interviene in area di rigore su  Mosciaro con l’arbitro che ravvisa fallo da parte del terzino della Lupa Roma ed assegna il calcio di rigore: dal dischetto si presenta lo stesso Mosciaro che batte Rossi per la rete dell’1-2. 

Nel finale il Cosenza cerca di portarsi in avanti alla ricerca del pareggio ma la Lupa Roma non corre più pericoli e al 94’ può festeggiare il successo per 2-1 contro il Cosenza. Testa ora al Benevento che mercoledì alle 16,00 si presenterà al Quinto Ricci di Aprilia per la quinta giornata di campionato.