Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

La Metaltecno Ceprano Futsal asfalta il Fontana Liri

Il team di Giorgi si riscatta subito dopo la sfortunata gara di Morolo e batte per 9-3 la quarta forza del campionato



La squadra al fischio finale saluta il pubblico

Pronto riscatto della Metaltecno Ceprano Futsal che, fra le mura amiche del Palasport di Ceprano, si riprende i tre punti persi nella sfortunata gara di Morolo battendo per 9-3 il Fontana Liri, quarta forza del campionato. Risultato chiaro e netto che lascia poco spazio alle discussioni, con la squadra di Ceprano che ha dato vita ad una gara quasi perfetta, chiudendo già la prima frazione con il risultato di 4-1. Nella ripresa poi il team di patron Viselli non ha fatto registrare i cali di tensione che erano costati cari nelle settimane precedenti e quindi ha potuto dilagare fino al 9-3 finale, colpendo oltretutto cinque legni. Tre punti fondamentali per la Metaltecno, che riaggancia così il treno formatosi a centro classifica ed accorcia il divario dal quarto posto, distante ora soltanto due punti. Mister Giorgi però ha un chiodo fisso, la partita di sabato prossimo contro la vice-capolista Vis Anagni, sempre fra le mura amiche del Palasport di Ceprano. “Non riesco a guardare oltre”, afferma il tecnico ciociaro. Inutile, dunque, stuzzicarlo sulla rincorsa in classifica. “L’ho già detto e lo ripeto, non dobbiamo pensare alla classifica, ne porci obiettivi. Siamo gli stessi di un mese fa, quando in molti ci consideravano inadeguati, per così dire, a questo campionato.” Meglio concentrarsi quindi sul prossimo avversario. “Non conosco molto le squadre di questo campionato, ma se l’Anagni ha conquistato quindici punti in sei gare un motivo ci sarà. Sono una delle pretendenti al titolo, insieme a Colleferro e Ripi, quindi sulla carta sembrerebbero fuori dalla nostra portata. Sappiamo benissimo però che poi a parlare, nel bene o nel male, sono i risultati. Quindi starà a noi cercare di rovesciare i pronostici.” L’unico obiettivo dunque è quello di mantenere sempre alto il livello delle prestazioni. “Serve dare continuità a gare come quella contro il Fontana Liri. Abbiamo avuto un grande approccio mentale, restando concentrati e mettendo in pratica tutto il lavoro che svolgiamo durante la settimana. E questo fa la differenza, specie quando i valori delle due squadre scese in campo sono simili.” Fatta eccezione per l’opaca gara di Morolo comunque, la Metaltecno ha sempre ben figurato, anche quando il risultato non ha sorriso ai gialloneri. E questo non può che far ben sperare per il proseguo del torneo. “Non so ancora dove arriveremo. E’ difficile fare previsioni, per di più in un campionato come quello della Serie D, dove le variabili sono sempre tante. Io mi auguro che la squadra continui a migliorare in questo modo, esprimendo un calcio a 5 sempre maggiore. Vedo troppe squadre che giocano allo sbaraglio, e questo non è un bene per il nostro movimento, perché non lo fa crescere. Noi stiamo cercando di dare un’ impronta ed una mentalità diversa a tutto l’ambiente, in campo e fuori. Merito della squadra, della società e di tanti ragazzi che ci sono vicini, se ci stiamo riuscendo. Probabilmente all’inizio questa squadra non si rendeva conto del suo potenziale, ora piano piano lo sta capendo. Certamente abbiamo tanti pregi, ma anche difetti che dobbiamo necessariamente eliminare, un passo alla volta e con una buona dose di pazienza e, soprattutto, umiltà.” Intanto, testa alla Vis Anagni, per continuare a sognare.