Notizie

La nuova Lazio guarda al futuro: settore giovanile come punto di forza

Intervista al responsabile dell’area affiliazioni Fabio Cecchini: “Far crescere i ragazzi nella cultura del calcio a 5, e dello sport in generale, significa gettare delle fondamenta solide per la propria società”



Fabio Cecchini, responsabile dell'area affiliazioni della nuova S.S. Lazio calcio a 5Nel corso del suo intervento di presentazione della nuova S.S. Lazio calcio a 5, il presidente biancoceleste Daniele Chilelli si è più volte soffermato sull’importanza del settore giovanile e, in particolare, sulle affiliazioni che, per la prima volta, verranno promosse dalla società del PalaGems. A dirigere questa importante area di crescita di tutta la società è stato chiamato Fabio Cecchini, reduce da una lunga carriera nella quale ha ricoperto il ruolo di direttore sportivo e di direttore generale di alcune delle più importanti società del massimo campionato regionale: “E chiaro che in una giornata come questa della presentazione, l’emozione è grandissima – spiega Cecchini – Quest’anno mi trovo a compiere il grande salto dal regionale al nazionale, con il compito di ricoprire un ruolo che rappresenta il cuore di tutte le società sportive. Se si vuole far crescere una squadra, bisogna necessariamente partire dal settore giovanile. Il mio lavoro consiste nel creare delle sinergie importanti, non solo nella zona di Roma, ma di tutta Italia. Infatti abbiamo già chiuso un’affiliazione nella zona di Bari, mentre altri contatti sono già a buon punto”.


Crescita personale. Il grande salto rappresenta motivo di orgoglio per un dirigente che, nella sua lunga militanza nel campionato regionale, ha raccolto successi e consensi: “La scelta di venire alla Lazio rappresenta per me un motivo di crescita personale. Essere il direttore generale di una squadra dilettantistica può essere per molti un punto di arrivo o, come nel mio caso, di una nuova partenza. A fine campionato mi sono accordato con la società per perché il progetto che mi hanno sottoposto mi ha colpito perché lo ritengo molto importante. In questo momento, per me sarebbe stato inadeguato ricoprire un ruolo diverso, vista la mia scarsa esperienza a livello nazionale. In me hanno invece visto la figura adatta per ricoprire un ruolo legato al settore giovanile di un franchising esistente e di questo sono molto contento. A tale proposito voglio ringraziare il presidente Daniele Chilelli, il vicepresidente Raffaele Pandalone, Pierpaolo Persici, il dg Flavio Bomarsi e tutta la società per la fiducia che mi hanno accordato e la grande responsabilità che mi viene affidata”.


Primi passi. Come detto dal presidente Chilelli, sono state già concluse numerose affiliazioni e ben presto ne arriveranno altre: “In questi giorni – continua Fabio Cecchini – sto valutando alcune società che si sono candidate. Per affiliarsi bisogna avere dei requisiti specifici, quindi una struttura ben organizzata, ma possono fare domanda anche quelle società che non dovessero averla. In quel caso penseremo noi a creare il loro settore giovanile, ma da parte loro devono metterci voglia ed entusiasmo. Far crescere i ragazzi nella cultura del calcio a 5, e dello sport in generale, significa dare un futuro alla propria squadra, altrimenti si pensa solo al presente”.


Nessun costo. In un momento di crisi come quello attuale, nel quale anche le società sportive attraversano un periodo molto difficile, un altro aspetto che Cecchini vuole evidenziare è l’assoluta gratuità dell’affiliazione: “Come ha ribadito anche il presidente, non c’è alcun costo da sostenere per affiliarsi alla Lazio. L’unico onere è quello di prendere il kit sportivo uniformato al nostro. Con l’affiliazione, inoltre, le società riceveranno una serie di servizi importanti. Punteremo all’addestramento e all’aggiornamento costante del loro personale operativo, attraverso stage per gli allenatori, i preparatori atletici e dei portieri, e per gli stessi ragazzi. A turno saremo presenti nelle loro strutture, dove verificheremo l’andamento del lavoro e dove metteremo a disposizione anche il nostro staff tecnico. I ragazzi, infine, potranno assistere agli allenamenti della prima squadra e saranno invitati anche alle partite di campionato al PalaGems. Queste sono solo alcune dei servizi riservati alle società affiliate. Insomma, metteremo in pratica tutta una serie di iniziative atte a far crescere la struttura e l’immagine delle società che sceglieranno di affiliarsi alla S.S. Lazio”.