Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

La Perconti resta in testa: Fratini gela il Catena

Il talentuoso attaccante firma il gol vittoria all'80' con un delizioso pallonetto. Il successo in casa dell'Atletico 2000 consente di mantenere il primato con un punto di vantaggio sull'Accademia



13a Giornata
0 - 1

MARCATORI 36’ st Fratini. 

ATLETICO 2000 Scevola, Lippi, Apolloni, De Leo, De Mei, Chacomozz, Cuna, Ciavarro (38’ st Porcaro), Faustini (32’ st Corsi), Angelino (28’ st Palombo), Quercia (17’ st Anedda). PANCHINA Ceccherini, Perri, Tosto. ALLENATORE Boncori. 

VIGOR PERCONTI Pedullà, D’Amone, Di Paolo, Falessi, Moro, Lisari, Perozzi (24’ st Usai), Barbini (28’ st Innocenti), Bonaventura (12’ st Piacente), Arici (45’ st Mannarelli), Fratini. PANCHINA Felici, Zappalà. ALLENATORE Bellinati

NOTE Ammoniti Lippi, De Leo, Moro, Bonaventura, Barbini.


Fratini, match winner © photosportroma.itEra il big match della giornata, con la Vigor Perconti attesa in casa di una delle dirette concorrenti per i primi tre posti. Una vera e propria trappola dopo essersi riappropriati della vetta del girone, che i ragazzi di Francesco Bellinati sono riusciti a superare con una gara attenta e senza sbavature. Al resto ci ha pensato il talento di Fratini, uno dei calciatori più promettenti della classe 1997 laziale. 


Nel primo tempo il match si sviluppa soprattutto nella zona centrale del campo, dove la lotta serrata non permette sbocchi importanti. Anche se la Vigor si fa vedere già dopo appena cinque minuti di gioco con una conclusione di Bonaventura, ma Scevola non ha difficoltà a controllarlo. Un avvio che lascia presagire ad una sfida entusiasmante, invece per vivere le prime emozioni bisogna attendere la parte finale della prima frazione. E' Arici ad impegnare, stavolta seriamente, Scevola ma il portierino di casa smanaccia in corner. Passano solo tre minuti e arriva la risposta dei padroni di casa, con Pedullà che blocca con sicurezza il tentativo da fuori di Faustini. 


Nella ripresa il copione non cambia, le due formazioni non si sbilanciano, ma complice la stanchezza e il progressivo sfilacciamento dei reparti, aumentano le occasioni. Ciavarro non trova la potenza e la mira giusta al termine di una bella iniziativa personale, ma al 15' è l'Atletico a costruire la palla gol, ma il colpo di testa di Faustini termina oltre la traversa per una manciata di centimetri. Arici spreca invece il primo match ball degli ospiti, calciando alto a porta completamente sguarnita. Buon per lui che appena un paio di minuti dopo Fratini trovi la giocata giusta, raccogliendo un rilancio di Pedullà e scavalcando Scevola in pallonetto. Una prodezza che vale il successo su una delle migliori avversarie del girone e il primato in solitaria per la seconda settimana di fila.