Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

La Perconti sbatte sul Certosa: l'ex Proia risponde a Iemma e finisce 1-1

Il capitano blaugrana firma l'1-0 al 33', l'attaccante neroverde pareggia nella ripresa. Amici fallisce un rigore al 94'



MARCATORI Iemma 33'pt (V), Proia 12'st (C ) 

VIGOR PERCONTI Pedulla 6.5, Cremolini 6, Pasqui 6.5, Lisari 6, Mannarelli 6 (27'st Moro sv), Barbini 6.5 (20'st Innocenti 5.5), Perozzi 6 (18'st Bernardi 5), Iemma 5.5, Bonaventura 5.5 (18'st Sciannandrone 5), Amici 5, Fratini 6 (33'st Piacente sv) PANCHINA Felici, Usai ALLENATORE Bellinati 

CERTOSA Tanturri 8, Todino 5.5 (20'st Castaldi 6), Conti 5.5, Laurenzi 7.5, Cornacchia 5.5, Terzi 6, Mugavero 6 (26'st Coico 6), De Luca 5, Demofonti 6.5, Guidi 5 (7'st Cutini Calisti 6), Proia 7 (26'st Costantini 6) PANCHINA Gregnanin, Errera, Guglielmo ALLENATORE Ranalli 

ARBITRO Pozzi di Roma 1, 5.5 NOTE Espulsi al 48'st De Luca (C ) per proteste, al 50'st Iemma (V) Ammoniti Cornacchia, Terzi, Lisari, Perozzi Angoli 5-10 Rec 0'pt – 5'st Fuorigioco 1-1 Rigore fallito da Amici (V) al 49'st 


Image titleSi ferma a quattro la striscia consecutive di vittorie della Vigor Perconti, così come quella delle gare senza subire gol in campionato. La formazione di Francesco Bellinati offre il meglio ed il peggio di sé nel pomeriggio del Certosa, contro la formazione di Ranalli che ha sofferto all'inizio, ma ha letteralmente dominato nella ripresa, concedendo un solo tiro in porta ai vice campioni d'Italia, su calcio di rigore, per altro molto dubbio. 


Mezz'ora di grande Perconti Gli ospiti partono a velocità massima e non danno respiro ai neroverdi con un possesso palla incredibilmente efficace. La prima occasione arriva al 3' con Bonaventura che controlla dentro l'area e scarica per Perozzi il cui diagonale va a sbattere sul palo a Tanturri battuto. Perozzi è protagonista anche all'11' quando dà il via ad una gran corsa sulla destra che coglie impreparato Conti, sfera che giunge a Barbini, cross al centro per Bonaventura il cui doppio tentativo finisce prima su un difensore e poi su Tanturri, ben appostato sul primo palo. Poco dopo Perozzi lancia sulla corsia di destra Cremolini, palla al centro per Iemma che appoggia per Fratini il cui tentativo dal limite finisce di poco alto. Iemma al 20' fa le prove generali del vantaggio con un destro dai venti metri bloccato in due tempi dal portiere di casa. Il Certosa si fa finalmente vedere al 26' con una splendida conclusione di controbalzo di Laurenzi dalla media distanza, che trova leggermente impreparato Pedulla, che riesce a fermarla in due tempi. La Perconti passa al 33'. Bella azione in verticale con due passaggi dalla propria trequarti che potano Iemma a scaricare sulla sinistra per Fratini, che arriva sul fondo e trova a pochi passi dalla porta il capitano blaugrana che non può proprio sbagliare l'1-0. Da qui in avanti la Vigor amministra, il Certosa sale di tono, ma non punge. Tutti negli spogliatoi. 


Un'altra gara Il Certosa torna in campo sicuramente con un altro piglio. Nelle prime battute regna un po' di disordine e praticamente tra falli e palloni sprecati non si vede nulla fino al pareggio del Certosa. Laurenzi dalla trequarti di destra scodella una punizione sulla testa di Proia, appostato a pochi passi dall'area piccola sul lato opposto: colpo di testa sul secondo palo ed 1-1 con annesso gol dell'ex sono realtà. Il Certosa quindi ci crede e lascia cadere ogni velo referenziale nei confronti della favorita designata del girone, ed alza il baricentro provando la definitiva rimonta. Al 20' Conti riesce finalmente a scatenare la sua corsa e a crossare al centro per Cutini Calisti che interviene di testa, mandandola alta di poco. Sempre lui ha l'occasione più grossa del match 8' minuti più tardi quando servito in verticale da Demofonti riesce ad arrivare solo davanti a Pedulla (palla un po' troppo lunga) battendo a rete in precario equilibrio e trovando la decisiva respinta del portiere blaugrana. La Perconti prova a reagire, Bellianti cambia diversi interpreti, ma la situazione non cambia: la sua squadra non punge. Il Certosa vive di fiammate si rende pericoloso, ma tutto rimane nell'ordinaria amministrazione. Solo al 43' arriva un'altra vera palla gol, quando bomber Demofonti spara dal limite, trovando una impercettibile deviazione di un avversario che vanifica tutto in corner per una questione di centimetri. In pieno recupero l'episodio che scatena polemiche, frizioni ed animi accesi. Da un cross dalla destra Pozzi vede un tocco di mano in area Certosa, rigore (molto dubbio). Dal dischetto parte Amici, ma Tanturri rimane fermo e respinge, ripetendosi anche sulla ribattuta dello stesso numero 10. Iemma e De Luca vengono espulsi, si accende un piccolo parapiglia (verbale) tra le panchine, poi, dopo un altro minuto, finisce 1-1. Il Certosa vuole stare tra le grandi, passo indietro per la Vigor Perconti.