Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

La più bella Lazio dell'anno non basta, pari al Gentili

I biancocelesti offrono una grande prestazione contro l'Atalanta, ma rinviano l'appuntamento con la vittoria



2a Giornata
2 - 2

MARCATORI 8'pt Rezzi (L), 27'pt Colpani (A), 2'st Latte Lath (A), 19'st Spurio (L)

LAZIO Alia 6.5, Spiezio 6.5, Certini 6, Petroselli 6.5, Pellacani 6 (9'st Kokali 6.5), Portanova 6.5, Spurio 7.5, Paglia 6 (9'st Colarieti 6), Ferrini 7 (36'st Fontana sv), Rezzi 7 (16'st Spizzichino 6), Miceli 6 (36'st Colizza sv) PANCHINA Rausa, De Cosmi, Kokali, Colarieti, Fontana, Alessandroni, Frattesi, Colizza, Spizzichino ALLENATORE Santoni

ATALANTA Sangalli 6.5, Del Prato 6.5, Ogliari 5.5, Compagnone 6 (1'st Elia 6.5), Alari 6, Bastoni 6.5, Colpani 7, Melegoni 6.5, Capone 7 (28'st Bertoli 5.5), Mallamo 6.5 (28'st Hergeligiu 6), Latte Lath 7 PANCHINA Cuoco, Vezzoni, Zortea, Elia, Bertoli, Probo, Zanoni, Hergeligiu, Pato ALLENATORE Brambilla

ARBITRO D'Aquino di Roma 1 ASSISTENTI Papitto e Colarossi di Roma 2

NOTE Ammoniti Petroselli Angoli 6-1 Rec 0'pt - 2'st


Image titleLa vittoria non è arrivata ma Santoni può ritenersi decisamente soddisfatto. Contro l'Atalanta si è infatti vista la Lazio più bella di stagione e, se da una parte questo pareggio non muove la classifica in maniera esaltante, dall'altra rappresenta sicuramente un ottimo punto da cui ripartire. L'Atalanta dal canto suo si gode due, tre pezzi pregiati come Melegoni, Capone e Latte Lath. Il terzetto bergamasco, quando si è acceso, è infatti riuscito a far tremare i biancocelesti.


La strada giusta La Lazio si presenta a quest sfida con il suo consueto 4-2-3-1 ma stavolta ci sono un paio di novità rispetto al solito. Quelle che più hanno convinto oggi sono state vedere Ferrini a tenere la linea d'attacco e Rezzi dietro di lui con Miceli defilato sulla fascia. Una scelta che ha pagato dal punto di vista della manovra e soprattutto dell'incisività. L'attaccante ex Tor Tre Teste, pur non segnando, ha infatti svolto un grande lavoro facendo reparto praticamente da solo. Dopo una manciata di minuti la Lazio spaventa subito l'Atalanta con Paglia che recupera palla su Melegoni per poi ripartire. Scarica su Ferrini che dalla sinistra prova un diagonale che sfiora di un niente il palo. I padroni di casa sono però scesi in campo con il piglio giusto e così centrano il vantaggio poco dopo. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo corto, Spurio crossa dalla destra un pallone su cui si inserisce bene Rezzi che non sbaglia e rompe così gli equilibri.


Trio delle meraviglie L'Atalanta oggi non brilla per gioco però quando uno tra i tre attaccanti schierati da Brambilla prende palla, la Lazio trema. Al centro del reparto avanzato Capone fa infatti la differenza così come un Latte Lath che sulla corsia mancina è spesso imprendibile. Alla mezzora ecco così che l'Atalanta centra il pareggio. Cross dalla destra, Latte Lath tocca con Alia che respinge ma, sulla palla vagante, Colpani insacca di potenza dal limite. Da qui in avanti i ritmi si alzano e l'Atalanta prova venire fuori sempre con Capone ma il suo destro dal limite è disinnescato da Alia. La Lazio dal canto suo prova a pungere in contropiede. Ferrini controlla un buon pallone e appoggia al limite per Spurio che di prima tocca per Rezzi. L'ex Futbolclub si inserisce bene e scarica un destro con il portiere bergamascoImage title che si rifugia in angolo.La prima frazione si chiude con i padroni di casa che rischiano grosso ma il bolide di uno scatenato Capone si infrangerà sul palo.


Vecchi fantasmi Il secondo tempo si riapre con la Lazio che torna a fare i conti con il recente passato. L'undici di Santoni va ancora in difficoltà su quello che è stato uno dei suoi punti deboli dall'inizio del campionato: le palle inattive. Dopo soli due minuti infatti l'Atalanta passa in vantaggio. Calcio d'angolo battuto corto, Capone prende palla, e centra un rasoterra su cui Lette Lath si avventa per il 2-1 dei bergamaschi. Una costante questa per i biancocelesti che però, stavolta, dimostrano di avere la tempra giusta per riuscire a rialzarsi tanto da giocare un finale di gara in crescendo.


Un'altra Lazio Che l'undici di casa abbia completamente cambiato atteggiamento rispetto al passato lo si capisce immediatamente. Dopo il gol subito i ragazzi di Santoni si rimboccano le maniche e tornano a spingere Image titlesull'acceleratore. Nel giro di una decina di minuti sfioreranno infatti la rete in almeno un paio d'occasioni ma prima Miceli e poi Spurio non riescono a centrare il bersaglio. Il pareggio però arriva giustamente poco prima del ventesimo. Petroselli scende sulla sinistra e centra un ottimo pallone per Spurio. L'incornata del furetto biancoceleste si dimostra vincente con laLazio che agguanta così un meritato 2-2. Da qui in avanti la Lazio spinge ma, ad eccezione di un destro dal limite di Colarieti, succederà poco altro. Si chiude così sul 2-2 finale un match da cui Santoni e i suoi possono ripartire con un ritrovato ottimismo in vista del campionato.