Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

La Roma Calcio Femminile cede al Nazareth

La formazione giallorossa gioca alla pari, ma cede 3-0. Un risultato troppo pesante per quanto visto in campo



Un time out di mister CapattiSconfitta pesante per la Roma cf che esce amareggiata dal campo per un risultato che, per il numero di gol subiti ed il gioco espresso, premia eccessivamente la, certamente comunque meritevole, squadra del Nazareth. La Roma cf infatti ha sempre il gioco in mano, ma riesce ad esprimerlo al meglio solo nei primi 20 minuti del primo tempo. Il Nazareth lascia giocare, pronto a sfruttare con qualche ripartenza qualsiasi sbaglio delle avversarie. Fine primo tempo 1-0 per il Nazareth massimo risultato con il minimo sforzo.

Il secondo tempo prosegue sullo stesso motivo del primo, la Roma cf cerca di giocare ma è più confusionaria, il Nazareth sfrutta le scarsissime occasioni e segna anche con un rigore che sancisce il 3 a 0 per le padrone di casa e l’esordio in campionato con sconfitta per le ragazze giallorosse di mister Capatti.

Niente drammi però in casa giallorossa, la squadra è ancora in rodaggio e la sconfitta servirà allo staff per capire meglio dove intervenire. Il campionato è lungo!

“Partita in cui la differenza l’ha fatta la cattiveria sotto porta – le dichiarazioni di mister Capatti – Il Nazareth ha tirato quattro volte in porta nell’arco della gara ed ha fatto tre gol, noi neanche se avessero cambiato regolamento e fosse stato possibile segnare con le mani avremmo fatto gol! Il loro portiere, inoltre, ha fatto interventi decisivi. Nella valutazione generale, però, bisogna ammettere che abbiamo dominato la gara, tenendo il possesso del pallone a lungo e cercando di spingere le avversarie nella loro metà campo. Peccato non aver concretizzato una prestazione positiva con qualche punto! Il lavoro fatto, però, è buono! Le ragazze hanno interpretato bene mentalmente la gara tranne nei primi minuti di ogni frazione…lavoreremo anche su questo. Ora testa al Tivoli per provare a compiere una grande impresa!”