Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

La Roma vince e se la ride: le altre steccano tutte

I giallorossi di Toti sono gli unici a fare punti con un roboante 11-0. Male Latina e Frosinone mentre per la Lazio è sempre più buio pesto



In questa quinta giornata del campionato degli Allievi Nazionali, steccano tutti ad eccezione della Roma. Roboante l'11-0 con cui i giallorossi asfaltano l'Avellino presentandosi alla grande al recupero del big match contro il Napoli. Weekend da dimenticare invece per Lazio, Frosinone e Latina.

Cappa assieme a Toti ©DelGobboChi sale Inutile fare giri di parole, quando la Roma gioca così non ce n'è per nessuno. Certo, l'Avellino visto a Trigoria era tutto fuorchè un avversario impegnativo, ma quello che i giallorossi hanno fatto vedere in campo dimostra come Toti possa davvero puntare in alto. Bene Cappa, che con questa tripletta dimostra di essere finalmente pronto per ritagliarsi un ruolo da protagonista, e Olivetti che mette a segno tre reti confermandosi bomber di razza. Ancora prima del risultato, però, a convincere è stata la prestazione dei singoli che, indipendentemente dal minuto di ingresso in campo, hanno davvero dimostrato di avere una marcia in più. Merito del tecnico che è riuscito a creare quella sana competitività all'interno di un gruppo in cui ogni singolo elemento è sempre spinto a dare il massimo. Se Toti riuscirà a tenere lo spogliatoio sulla corda senza che questa si strappi le altre dovranno davvero cominciare a preoccuparsi.

Chi scende Se a Trigoria l'aria che si respira è più che distesa, in casa Lazio l'umore non è certo dei migliori. I biancocelesti non riescono a cambiare passo in un inizio di campionato che li vede ancora fermi a quota uno. Contro il Chievo Verona ci si aspettava da Santoni e i suoi una chiara inversione di marcia, così non è stato. La Lazio si è accesa solamente a sprazzi, con i soliti Miceli e Spurio, a cui stavolta si sono aggiunti anche Portanova, che ha dato sostanza alla mediana, con gli ingressi di Paglia e Fontana che hanno poi portato qualche giovamento. A non convincere è però la tenuta di una difesa che non riesce ancora a garantire la giusta solidità. Da questo punto di vista, Santoni sembra proprio aspettare a braccia aperte lo slovacco Petro che però è ancora in attesa della documentazione necessaria per scendere in campo. Male anche il Frosinone a cui non basta un Caparone più che ispirato per portare a casa la vittoria in un match che in molti davano per scontato. Lo scivolone contro la Ternana arriva decisamente a sorpresa e, a sottolineare la prestazione sottotono dei canarini, c'è poi uno score che vedeva i rossoverdi ancora a secco di gol prima di questo weekend. Passo indietro anche per il Latina. I nerazzurri hanno fatto la partita senza però riuscire a sfondare la muraglia eretta dalla Salernitana dopo il vantaggio. Buona la prestazione quindi ma, se si vuole davvero puntare in alto, c'è bisogno di cambiare passo.

Antonucci, ottimo ritorno in campo ©GazzettaRegionaleProtagonisti Il nome della settimana è sicuramente quello di Mirko Antonucci. L'esterno giallorosso si è rivisto in campo dopo un paio di settimane di stop forzato ed è riuscito subito a fare la differenza. Nel match contro l'Avellino ha impiegato poco a mandare in tilt la retroguardia avversaria. IL bottino finale è stato quello di due gol e due assist che non fanno altro che dimostrare come i giallorossi riescano a cambiare passo quando c'è lui a tenere banco.