Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

La Semprevisa rimonta due volte, ma alla fine cade contro il Lariano di Di Franco

Gli ospiti passano due volte con De Cesaris e Troisi, ma sempre raggiunti. Mastrella trova il gol partita



SEMPREVISA - LARIANO 2-3 

MARCATORI 5’ De Cesaris (L), 40’ Flavi (S), 43’ Troisi (L), 46’ Flavi (S), 81' Mastrella (L)

SEMPREVISA Gavillucci 6, Boselli 5,5, Piccolo 5,5 (77’ Lorenzi 5), Nardi 5,5, Pucello 5, Corvo 5 (70’ Indelicato 5), Flavi 7, Antonini 5, De Luca 5, Coluzzi 5,5, Lucarini 5 PANCHINA Secondelli, De Meis, Romano, Germoni ALLENATORE Liberti 

LARIANO Adinolfi 6, Patrizi 6, Moroni 6, Vartolo 6,5, Pizzuti 6, De Porzi 6, Cianni 6,5 (66’ Mattogno 6), Mastrella 7, Pompili 7, Troisi 6 (79’ Luddeni), De Cesaris 6,5 PANCHINA Rodatori, Scifoni, Di Battista, Proietti, Davato ALLENATORE Di Franco 

ARBITRO Nana Tchato 6 di Aprilia 

ASSISTENTI De Meo di Formia e Angileri di Aprilia  

NOTE Ammoniti Pucello (S) al 34’, De Porzi (L) al 45’, Antonini (S) al 67’, Coluzzi (S) al 80’ Espulso Antonini (S) al 77’  
Di Franco, tecnico del LarianoIn vantaggio due volte e per due volte raggiunto, alla fine vince il Lariano. Una squadra ben messa in campo salita a Carpineto a giocare a viso aperto. Il 2-2 dopo 45’ è stato fin troppo fortunoso per i biancoverdi di casa, apparsi depressi e quindi impacciati per tutto il primo tempo. Risveglio apprezzabile ma tardivo, poi risolve tutto un eurogol a un quarto d’ora dal termine.

La cronaca. Il vantaggio ospite è fulmineo. Colpevole Lucarini che si fa soffiare palla da Pompili a puntare l’area cedendo a De Cesaris preciso nel piazzare il destro all’angolino. Fino al 42’, gli storditi locali rincorreranno palla senza mai vederla. Non che il Lariano faccia chissà che, intanto gestisce il gioco e tenendo lontani idee di pericolo. La spaccata in area di Pucello al 37’ chiuso in angolo è un qualcosa che dà coraggio se è vero che tre minuti dopo, previo salvataggio sulla linea con palla riscodellata in area, Flavi arresta di petto ed esplode il sinistro sotto la traversa per il pareggio. Effimero, perché al 43’ la trattenuta di Nardi in area è punita col rigore. Troisi spiazza Gavillucci per l’1-2. Parentesi: l’esultanza irriguardosa del marcatore rivolto ai tifosi di casa accende gli animi in campo e fuori.  Ma non c’è tempo di distrarsi che la Visa perviene al pareggio. Rigore generoso per atterramento di Flavi. Lo stesso s’incarica della battuta con destro incrociato: 2-2. Nel segno del marcatore neobiancoverde si apre anche la ripresa. 56’, pescato in verticale dall’altro neoacquisto De Luca, Flavi cincischia e viene recuperato ad altezza dischetto. Semprevisa vicinissima al gol poco dopo, quando Coluzzi da destra mette al centro un pallone sul quale ancora Flavi giunge in ritardo. Prima dei cambi, un’occasione a testa: al 65’ De Luca viene stoppato da Adinolfi in uscita e su capovolgimento di fronte Boselli salva su Cianni in area. Gara in bilico, può succedere di tutto. Al minuto 72 Mattogno di testa fa il solletico a Gavillucci che rinnova il duello un minuto dopo, stavolta di piede fuori area. Preludio al gol. Dopo rimessa laterale, un pallone morto a venticinque metri dalla porta è incocciato verso il palo opposto dal destro a uscire di Mastrella: la palla accarezza la rete vicina al palo per il 2-3. Nell’esultanza larianese ancora Troisi a beccarsi con la tifoseria locale fa da preludio a dieci minuti di parapiglia. La partita viene interrotta per un po’, dopo che una parte della tifoseria s’era minacciosamente avvicinata alla panchina ospite. In tutto ciò, anche l’espulsione di Antonini: Semprevisa in dieci e tutto da rifare. C’è tempo solo per un destro sull’esterno della rete firmato Mattogno (80’) e una parata centrale di Gavillucci su tiro di Mastrella (81’). Non succede più nulla. Lariano in Paradiso, Semprevisa all’Inferno.