Notizie

La squadra di Banal s'impone senza problemi a Trigoria: finisce 8-0!

I viterbesi restano in partita per 23 minuti, quando Marocco apre le danze e dà il via alla goleada dei giallorossi. Adesso la corsa al titolo passa dal derby contro la Lazio



Image titleMARCATORI 23'pt Marocco, 25'pt Di Nolfo, 28' pt D'Alena, 35'pt Muzzi, 5'st e 8'st  Iacuzio, 22'st Spinozzi, 28'st Farina

ROMA Crisanto sv (17'st Romagnoli sv), Macciocchi 6 (1'st Spinozzi 7), Ceka 6,5, Nannini 7 (1'st Pontecorvi 6,5), Vogliacco 6,5, Ciavattini 6 (1'st Nardi 6,5), Muzzi 7 (8'st Farina 6,5), D'Alena 7, Marrocco 7, Bordin 7,5 (12'st Papavero 6,5), Di Nolfo 7 (1'st Iacuzio 7,5) ALLENATORE Banal

MONTEFIASCONE Castellani 6 (28'st Gasbarri sv), Bossi 5 (7'st Mastronicola 5,5), Iannitti 5, Zappalà 6, Zolla 4,5, Abate 5,5, Gianlorenzo 5,5, Manganello 6 (1'st Bordini 5,5), Natali 5,5, Cirilli 5,5 (15'st Mocini 5,5), Panichi 5,5 (20'st Terzoli sv) PANCHINA Muzzi, Ciatoni ALLENATORE Celestini

ARBITRO Frattaroli di Cassino 6

NOTE Ammoniti Ceka, Di Nolfo, Iannitti Calci d'angolo 5-0 Rec 1'pt, 1'st


Ventitré minuti. Tanto ha resistito il Montefiascone dei miracoli contro una Roma vestita a festa ed imbottita di elementi in pianta stabile negli Allievi Nazionali. Il gol di Marrocco al 23' ha letteralmente schiantato al suolo i ragazzi di Celestini che non sono più riusciti a rialzarsi, facendo registrare a fine partita un risultato sul tabellino più simile a quello di un testacoda in piena Regular Season, piuttosto che di un playoff; anche perché tra Roma e Montefiascone otto gol di differenza sono obiettivamente eccessivi, ma la netta superiorità giallorossa e il colpevole tracollo psicologico degli ospiti sono stati i due fattori principali che hanno fatto allargare la forbice implacabilmente.

La partita. Parte subito forte la Roma con Di Nolfo che al 2' spaventa subito l'estremo difensore falisco Castellani che però è bravissimo a deviare il tiro dell'attaccante in calcio d'angolo. I giallorossi continuano a tenere in mano il pallino del gioco ma sono bravi gli ospiti nel difendere e a ripartire senza però creare pericoli dalla parti di Crisanti. Al 16' però è ancora Di Nolfo a trovare l'imbucata palla al piede in area di rigore ma è ancora bravo Castellani a dire di no sulla sua conclusione. Al 19' però è il Montefiascone a sfiorare il clamoroso vantaggio e lo fa con Cirilli che salta più in alto di tutti sugli sviluppo di un calcio, incornata imperiosa ma il pallone non trova lo specchio della porta. Arriva il 23' e la Roma riesce a sbloccare il risultato: lancio dalle retrovie, maldestro colpo di testa di Zolla che alza un campanile, Di Nolfo è il primo ad avventarsi sul pallone, entra in area e serve Marrocco che solo in area sigla l'1-0. Il Montefiascone accusa eccessivamente lo svantaggio, la Roma se ne accorge e un minuto dopo chiude i conti: Di Nolfo taglia come un lama nel burro la difesa viterbese, entra in area, incrocia con il sinistro, Castellani tocca con la punta delle dita ma non basta: 2-0. Tre minuti più tardi arriva addirittura il tris con D'Alena, che chiude in spaccata con il sinistro una grande azione giallorossa. Siamo alla mezz'ora e la Roma è gia con la testa in semifinale, il Montefiascone è già sul pullman per tornare a casa. Ma si continua a giocare e i padroni di casa continuano a segnare: Bordin inventa, Muzzi vola di testa ed è il 4-0. Nella ripresa è valzer di cambi: il neo entrato Iacuzio vuole mettere anche lui il suo cognome sul tabellino e non si lascia pregare: lancio ancora perfetto in profondità di Bordin, l'attaccante scatta sul filo del fuorigioco e con un pregevole pallonetto non lascia scampo a Castellani, che anche tre minuti più tardi è costretto a raccogliere ancora il pallone in fondo alla rete, arrendendosi ancora alla deviazione sottomisura di Iacuzio: 6-0. Il secondo tempo è pura accademia ma la Roma non intende fermarsi e al 22' arriva il gran gol di Spinozzi che trova la rete del 7-0 con un gran tiro a giro dai sedici metri. L'ultimo acuto è di Farina che anticipa Castellani, sigla l'8-0 ma non ha neanche il tempo di esultare perché si infortuna al punto di non poter più rientrare in campo. Non succede più nulla. Il Montefiascone cade pesantemente a Trigoria chiudendo una stagione che rimane comunque fantastica ed indimenticabile. La Roma vola in semifinale contro la Lazio.