Notizie

La statua bronzea di San Benedetto a coronamento di una nuova rotaria

L’opera dell’artista romano Ducrot finalmente valorizzata, in un contesto ambientale completamente ristrutturato e rivalutato: venerdi scorso l’inaugurazione ufficiale.



L'area completamente ristrutturata (© - Pagina Facebook "Montecassino Abbey / Abbazia di Montecassino")La grande Arte contemporanea torna protagonista nella terra che ha fatto da culla al monachesimo occidentale e che all’indomani della seconda guerra mondiale è assurta a simbolo della ricostruzione nazionale. L’ormai celebre monumento a San Benedetto da Norcia - forgiato con grande abilità e maestria dall’artista romano Giuseppe Ducrot in occasione della visita apostolica di Benedetto XVI nel 2009 – ha trovato finalmente definitiva collocazione alle porte della città, continuando a connotarla come “Terra di San Benedetto”. 

Le Autorità presenti, dinanzi al monumento (© - Pagina Facebook "Montecassino Abbey / Abbazia di Montecassino")

L’opera, alta tre metri e mezzo all’incirca e posata su un  enorme basamento lapideo, era posta presso lo svincolo tra la via Casilina e la superstrada Cassino-Formia ma, sebbene circondata dallo spettacolo delle montagne retrostanti, non godeva di una collocazione che si confacesse adeguatamente alla sua bellezza. Una situazione di evidente precarietà che si è trascinata per anni che ha dato lo stimolo ai lavori per la realizzazione di una rotatoria che contenesse, a giusto coronamento, l’imponente monumento. E così è stato: venerdi scorso, nel corso di una breve cerimonia, si è proceduto all’inaugurazione ufficiale dell’area completamente ristrutturata, alla presenza del sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone e del Padre Abate Don Donato Ogliari, quest’ultimo a sottolineare l’imminenza della festa liturgica del santo, che si sarebbe celebrata il giorno successivo. “A nome dell’intera cittadinanza  – ha detto il Primo cittadino –  ringrazio Giuseppe Ricci titolare di Jolly Car, e Pasquale Napolitano di Conad che si sono fatti carico della rotatoria adottando nel vero senso della parola, gli interventi di riqualificazione, sull’opera realizzata dall’Astral. Un ringraziamento – ha proseguito Petrarcone - anche all’Astral per aver accolto la domanda dei due imprenditori cassinati, rendendo di fatto possibile i lavori di restyling su uno snodo nevralgico quotidianamente percorso da numerosi veicoli”. Il sindaco ha inoltre aggiunto “Nei mesi scorsi il settore manutenzione del Comune di Cassino oltre a farsi carico di interventi di natura manutentiva aveva provveduto alla messa in funzione dell’impianto di illuminazione, restituendo visibilità e quindi sicurezza anche nelle ore serali alla rotatoria – per poi concludere - Grazie a questi interventi si è restituito il giusto decoro a quello che possiamo definire uno dei biglietti da visita della nostra città.”. Detto ciò, la preghiera dell’Abate Donato e dei presenti, così come la benedizione data a tutti gli abitanti della Terra di San Benedetto, ha concluso la cerimonia.