Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

La Top 5: ecco i migliori 2001 della settimana

Scopriamo i giocatori che si sono maggiormente messi in mostra nell'ultimo turno di campionato



In archivio l’ultimo turno di campionato, è tempo di scoprire quali sono i 5 giocatori che si sono maggiormente resi protagonisti in campo. Ecco la Top 5 per quanto riguarda la sesta giornata dei Giovanissimi Elite:


Rizzo, Viterbese ©Paolo LoriRIZZO (Viterbese Castrense) Per un attaccante segnare il gol decisivo di una partita è sempre bello. Se poi quell’incontro è il big match di giornata allora lo è ancor di più. Se inoltre vincendo quel big match in trasferta la propria squadra diventa prima, da sola a punteggio pieno, allora si tratta proprio di apoteosi. E’ questo quello che è successo a Rizzo, bomber della Viterbese Castrense, che con il suo diagonale al 31’ del secondo tempo ha affossato l’Accademia Calcio Roma. Il quinto sigillo dell’attaccante in sei partite proietta la Viterbese a quota 18 in classifica: una rete pesantissima che gli vale la Top 5.


Di Bari festeggiato dai compagni ©Mirna De CesarisDI BARI (Vigor Perconti) Altro 1-0, altro centravanti, altra capolista. Siamo nel Girone B, guidato dalla Vigor Perconti, a braccetto con la Lodigiani. Nell’ultimo turno i ragazzi di Miccio hanno faticato, ma alla fine prevalso contro l’ostico Città di Ciampino. E chi poteva decidere la partita se non capitan Di Bari? L’undicesimo centro stagionale del capitano blaugrana mantiene la Vigor in testa, facendole guadagnare tre punti molto importanti.


Salvato, Ladispoli ©Paolo LoriSALVATO (Ladispoli) Se la Viterbese è prima da sola nel Girone A è anche merito del Ladispoli di Marinelli, che è riuscito nell’impresa di fermare sullo 0-0 la corazzata Tor Tre Teste, con cui i gialloblu erano appaiati in vetta. Protagonista del match è stato il portiere lidense Salvato, che in diverse occasioni si è esibito in parate di livello, ingaggiando un vero e proprio duello con l’attaccante avversario Preti. Duello vinto dall’estremo difensore rossoblu ovviamente, tra i migliori della categoria, che è riuscito a mantenere la sua porta inviolata fermando così la compagine di Alfonsi.


Furia, Tor di Quinto ©Paolo LoriFURIA (Tor di Quinto) Dopo l'inaspettato ko casalingo di domenica scorsa contro l’Atletico 2000, sconfitta che gli era costata la vetta della classifica, il Tor di Quinto doveva subito rialzarsi. E così è stato: 0-2 a domicilio sul campo del Pro Roma, con un protagonista inatteso, ma non più di tanto. A decidere la sfida contro i giallorossi non è stato infatti un attaccante, bensì Furia, difensore centrale di Schiavi, autore di una doppietta. Il difensore rossoblu ha già dimostrato in precedenza, nella scorsa stagione e durante il pre campionato, di avere il vizio del gol, ed i suoi due centri sugli sviluppi di un corner hanno permesso al TdQ di restare incollato al duo in testa alla classifica.


Lanzone, qui in gol contro la Fortitudo ©Paolo LoriLANZONE (Romulea) Gli amaranto-oro non sono partiti benissimo in campionato, centrando tre pareggi e due sconfitte nelle prime cinque giornate. Finalmente nell’ultimo turno di campionato è arrivato il primo successo: contro l’Anagni il ‘man of the match’ è stato indiscutibilmente Lanzone, che con un tripletta ha garantito la prima gioia a Torcolini&co. Un gol di giustezza in area, una stupenda punizione ed un gran gol in contropiede smarcando il portiere: il n.10 di via Farsalo, ex Vigor Perconti, ha dimostrato di essere un giocatore completo, e se continuerà con prestazioni del genere, allora la Romulea scalerà velocemente la classifica.