Notizie

La Top 5: ecco i migliori 2002 della settimana

Andiamo alla scoperta dei giocatori che si sono meritati un posto nel gruppo dei migliori dopo l’undicesima giornata di campionato



Ritorna il nostro appuntamento settimanale con i cinque ragazzi maggiormente distintisi nel weekend.    


(Foto©Lori)Keyes (Tor di Quinto) Una prestazione di grande sacrificio, la sua, conil Massimina. Il San Gabriele è un campo ostico, i gialloblu arcigni, seppur particolarmente opachi nella ripresa di campionato. Keyes, schierato al centro dell’attacco, non ha l’occasione di mostrare le sue doti da velocista; ma combatte su ogni pallone (soffrendo colpi su colpi), facendo guadagnare metri fondamentali ai compagni. Conquista il goal del vantaggio con grande personalità, ma non solo: dimostra una lodevole maturità sopportando le provocazioni avversarie. 


Selvini (Frosinone) Partita difficilissima con l’Urbetevere, squadra che ha fatto di tutto per spodestare la capolista. Alla fine ne esce un pareggio, che salva il primato solitario del Frosinone, ed in gara spicca particolarmente Selvini. Non trova il goal, ma si dimostra determinante nel recuperar palloni ed intelligente in fase di costruzione. 


Vincenzi (Polisportiva Carso) Grazie alla vittoria sul Futbolclub arriva un primato importante per la formazione di Del Prete: miglior attacco del girone, con 48 reti all’attivo. Buon merito va riconosciuto a Vincenzi che si esalta in gara, segnando la bellezza di quattro goal. Un’altra grande prestazione del ragazzo, che gli consente di prendersi anche la vetta in classifica marcatori. 


Buglia (Romulea) Con il Certosa è uno scontro fondamentale e la vittoria della Romulea porta anche la firma di lui, Buglia: entrato agli inizi del secondo tempo, l’attaccante di Via Farsalo trova il goal dopo pochi minuti, seppur in fuorigioco. Si rifarà più tardi, siglando una superba rete dal limite dell’area. 


Tempestilli (Lazio) I biancocelesti sconfiggono nel sontuoso anticipo la Tor Tre Teste, garantendosi il terzo posto in compagnia dell’Urbetevere. Tempestilli segnerà, anche lui dalla distanza, un goal strepitoso e decisivo, poichè è quello che consente alla Lazio di gestire il secondo tempo con maggior tranquillità.