Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

La Tor Tre Teste di Tempera: "Impossibile dire di no"

Intervista al nuovo direttore sportivo rossoblu: "Una società seria e blasonata. I giovani saranno una nostra priorità"



Diego Tempera, neo ds rossobluLa Nuova Tor Tre Teste ha deciso di cambiare e di ripartire da Diego Tempera come nuovo direttore sportivo rossoblu. Una scelta che cade sull’ex dirigente dei Cosmos, capace di allestire una squadra in grado di dominare le ultime due stagioni conquistando la vittoria nei campionati di serie D e C2, oltre alla vittoria della Coppa Lazio di serie D. I Cosmos, però, hanno rinunciato ad iscriversi al prossimo campionato di C1, una notizia che era ormai nell’aria, visto anche il passaggio di gran parte della dirigenza capitolina a Torvaianica, sponda Mirafin. Una diaspora che Diego Tempera ha deciso di non seguire, scegliendo invece di sposare il progetto rossoblu di via Candiani. Una nomina voluta fortemente da Luca Di Stefano, resposanbie organizzativo della Tor Tre Teste, e condivisa dal tecnico Andrea Galante.


Direttore, come mai la Nuova Tor Tre Teste?

“Una volta finita l’avventura dei Cosmos, ho ricevuto la chiamata di Luca Di Stefano. Ci siamo incontrati, anche con mister Galante, ed ho riscontrato un clima di grande serenità e trasparenza. Ho toccato con mano la storia e il blasone rossoblu nel calcio a 11 e non ho potuto dire di no ad una società vera. Questa per me rappresenta una grande occasione di crescita. Metterò tutto me stesso in quello che, per ma, è quasi un lavoro. Una scelta che molti dei miei ragazzi nei Cosmos hanno deciso di condividere con me”. 


Un mercato davvero importante e impegnativo.

“Ho dovuto rinnovare tutto. Abbiamo confermato solamente Meuti e Pontico ed abbiamo dovuto rifondare la rosa. La società mi ha dato spazio e grande fiducia senza mettermi addosso alcuna pressione”.


Ci saranno novità anche sul fronte delle giovanili?

“Si. Abbiamo allestito una formazione Under 21, che sarà allenata da Cristiano Proietti e che conterà anche su Paride Roncaglia, che mi ha seguito dai Cosmos. Punteremo molto sui giovani e cercheremo di allestire quanto prima anche una Juniores. Porteremo avanti un lavoro di scounting perché, ripeto, i giovani saranno una priorità”.


Quali sono i vostri obiettivi stagionali. Lotta per il vertice o anno di transizione?

“Sarà un anno di transizione e di valorizzazione del settore giovanile, poi se verrà qualcosa di più vedremo. Vogliamo riavviare l’attività giovanile e della prima squadra. Non mi sono posto alcun obiettivo di vittoria, né me lo ha chiesto la società che, invece, vuole gettare delle basi solide per il futuro”.


Mercato finito?

“Il grosso è stato fatto, ma qualcosina ancora faremo. Ci sono alcune pedine che verranno ufficializzate a breve, quindi saremo pronti per partire”.