Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

La Tor Tre Teste non sbaglia mai: trenta punti in dieci turni

La formazione di Tocci espugna il Campo Roma con Appodio, Bertarelli, Piras e Lupi. Chiappatone fallisce il rigore che poteva cambiare volto al match



10a Giornata - 23 nov 2014
0 - 4

MARCATORI Appodio rig. 24' pt, Bertarelli 28' st, Piras 3' st, Lupi 10' st 

ROMULEA Terenzi 5.5, Moisa 6, Rasi 5 (33' st Angelini sv), Baldazzi 6.5 (21' st Godino), Merolli 5.5 (26' st Azzawi), Peluso 5 (1' st Olivieri 6.5), Belli 6, Chiapparone 5, Galuppi 6.5 (21' st Ceccarelli), Morpurgo 6, Donat 6.5 (26' st Ursino) PANCHINA Mangiagli, Angelini Sperandio ALLENATORE Catini 

TOR TRE TESTE Paglici 7 (22' st Di Maulo), Lapenna 6 (26' st Altomare sv), Pinto 6 (17' st Serantoni), Pochi 7 (19' st Godino), Contucci 6, Pellegrini 6.5, Collacchi 6 (14' st Lo Russo), Bertarelli 7, Lupi 7 (24' st Godino 6), Appodio 7.5 (12' st Michettoni sv), Piras 7 PANCHINA Sganga ALLENATORE Tocci 

ARBITRO Pauri di Roma 1, 5 

NOTE Rigore parato da Paglici (T) a Chiapparone (R) al 1' st Ammoniti Ursino Angoli 2-2 Fuorigioco 0-3 Rec.

Tor Tre Teste, dieci su dieci! © photosportroma.itE sono dieci. La Tor Tre Teste non smette di vincere e continua la sua marcia solitaria in testa alla classifica, con ulteriore allungo sulle inseguitrici. Il poker a domicilio contro la Romulea proietta l'undici di Fabio Tocci a quota 30, un percorso netto che la dice lunga sulla qualità della rosa del gruppo di via Candiani e sulla capacità del tecnico di trovare immediatamente, dopo poche settimane di lavoro, la giusta quadratura di una squadra che sembra non avere avversari in questa prima fase di campionato.

La Romulea parte molto aggressiva, ma è la Tor Tre Teste con il passare dei minuti a trovare le misure giuste e a prendere in mano le redini del match. La prima occasionissima all'11', con Pochi che su punizione e da posizione defilatissima tenta di sorprendere Terenzi calciando direttamente in porta, ma è la traversa a negargli la gioia del gol. Il pericolo scampato dà la scossa ai padroni di casa che alzano il baricentro guadagnando metri preziosi sul terreno di gioco. La gara scorre sul filo dell'equilibrio, ma le emozioni latitano con i due schieramenti che non concedono praticamente nulla agli attaccanti avversari. Almeno fino al 22', quando ancora Pochi trova la giocata giusta servendo in area Collacchi, ma Terenzi si supera e devia in corner. E' il preludio al gol. E' ancora Pochi a pescare Lupi in area, bravo a girarsi e a trovare la porta, Terenzi stavolta non è impeccabile e non trattiene, sulla sfera si avventa Bertarelli che viene toccato proprio dal portiere di casa. Per il direttore di gara è calcio di rigore (decisione di manica larga) che Appodio trasforma con estrema freddezza. La Romulea sbanda e al 28' la capolista raddoppia. Rasi sbaglia completamente il disimpegno regalando il pallone a Pellegrini. Il centrocampista serve subito in profondità Piras, Terenzi riesce a respingere la conclusione dell'esterno ma non può nulla sul tap in vincente di Bertarelli da due passi. Nel finale di frazione gli ospiti hanno l'occasione di chiudere con largo anticipo il match. Bellissimo il taglio di Appodio alle spalle della difesa, ma il pallone per Collacchi è leggermente lungo con il numero sette che in spaccata non riesce a centrare la porta completamente sguarnita, con la sfera clamorosamente sul fondo.

Ad inizio ripresa accade di tutto. Catini inserisce Olivieri per Peluso e il neo entrato ripaga la fiducia del tecnico dopo neanche un minuto di gioco conquistando un calcio di rigore, anche in questo caso molto generoso, che potrebbe riaprire il match. Dal dischetto va Chiapparrone, ma Paglici intuisce e blocca la sfera. Sull'azione seguente la Tor Tre Teste trova la terza marcatura. Lancio in profondità per Piras che in corsa batte Terenzi per lo 0-3, rendendo ancora più amaro l'errore dal dischetto del centrocampista di casa. La gara è vibrante e al 6' la Romulea riapre i giochi con un colpo di testa di Baldazzi, ma l'arbitro annulla tra lo stupore generale, con una decisione che non convince nessuno dei presenti al Campo Roma. Un episodio che gli amaranto oro pagano ancora una volta a caro prezzo. Contropiede orchestrato da Pochi, rifinito da Appodio e trasformato da Lupi, per lo 0-4 che chiude la gara. Catini e i suoi provano ad accorciare con orgoglio, ma Paglici dice di no anche a Donat. Nel finale spazio ad alcune belle giocate, con il match che piano piano scende di agonismo. Da segnalare un miracolo di Terenzi su Lo Russo e un paio di grandi interventi di Paglici, che si conferma uno dei migliori portieri in circolazione. Il risultato non cambia più e la Tor Tre Teste festeggia il decimo successo di fila.