Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

La Tor Tre Teste ritrova il successo: Fregene ko in casa, doppio Montaldi

Succede tutto nel primo tempo, la prima di Guida sulla panchina biancorossa si chiude con una sconfitta



9a Giornata
1 - 3

MARCATORI Montaldi 10' e 39'pt (T), Ceccarelli 23'pt (F) 

FREGENE Serantoni 5.5, Fabris sv, Fusacchia 5 (Drago 5.5), Iudica 6 (24'st Statovic 5.5), Fia 5, Battisti 5.5, Trotto 6, Martella 5.5 (34'pt Benedetti 5.5), Ceccarelli 6.5 (4'st Benedetti 5.5), Flore 5.5, Lucarelli 5 PANCHINA Filippone, Petrocchi, Candida ALLENATORE Guida

TOR TRE TESTE Ferendeles 6, Tiraferri 5.5, Gallo 6, Palmieri 6, Tamburlani 5.5, Federico 6 (36'st Faletra sv) Milano 6 (25'st Lucia 6), Puca 6.5, Samb 5.5 (10'st Petrich 5.5), Lorusso 6 (30'st Vassalli sv), Montaldi 7 (30'st Mojica sv) PANCHINA Santesarti, De Dominicis ALLENATORE Fabi 

ARBITRO Valentini di Tivoli, 5.5 

NOTE Espulsi al 28' Fabris (F) per fallo su chiara occasione da rete al 46'st Fia (F) per doppia ammonizione Ammoniti Martella, Tiraferri Angoli 4-4 Rec 2'pt – 4'st 


In testa, Tor Tre TestePiccolo sforzo, massimo risultato per la Tor Tre Teste, che trova di nuovo la strada per la vittoria in casa del Fregene che presentava per la prima volta Davide Guida in panchina. Una Tor Tre Teste che ha sfruttato a pieno gli errori dell'avversario, trovando tre gol nel primo tempo e poi rinunciando l'affondo nella ripresa, controllando sostanzialmente in maniera agevole, anche se nel finale i padroni di casa si sono, colpevolmente tardi, svegliati. Va detto che i tirrenici hanno giocato un tempo e mezzo in 10 contro 11 per poi chiudere addirittura in 9 il match e che, ad inizio ripresa, hanno perso il loro riferimento offensivo, Ceccarelli, che ha sua volta sostituiva lo squalificato Vinciarelli. Gli ospiti passano in vantaggio al 10' con Montaldi che dai 20 metri controlla e batte sul palo di destra Serantoni, che probabilmente vede schizzare tardi la palla verso la porta ed arriva con un pizzico, fatale, di ritardo. Dopo una conclusione dal vertice sinistro di Lorusso (che finisce di poco alta), al 23' il Fregene trova il pareggio. Sciagurato rilancio in orizzontale di un difensore rossoblu sul quale piomba Flores che entra in area sulla destra e appoggia rasoterra sul palo opposto per Ceccarelli che, solo davanti Ferendeles, non ha problemi nell'infilare l'1-1. Gara riaperta, perché il Fregene è comunque ben messo in campo, ma praticamente chiusa dopo 5' dal pareggio locale. Lorusso lanciato a rete viene strattonato da Fabris, il numero 10 va a terra e l'arbitro fischia rigore. Il fallo c'è, il rosso pure, probabilmente però il tutto è iniziato fuori area. Di tutto questo se ne infischia Lorusso, che va sul dischetto come deciso da Valentini e batte Serantoni firmando il nuovo vantaggio rossoblu. I romani ci provano anche al 32' con una incursione di Milano che entra in area, salta un avversario e nei pressi del fondo serve sul primo palo Samb che impatta malissimo sul pallone calciando alto. Il gol del 3-1 è però solamente rimandato, ed arriva al 39' quando Fusacchia si attarda nel rilanciare l'azione dalla sua trequarti e permette a Montaldi di strappargli il pallone dai piedi e di presentarsi tutto solo davanti a Serantoni per il gol che chiude la contesa. Sul finire del primo tempo altra occasione per Lorusso, che calcia però di poco alto dal limite dell'area. Nella ripresa il ritmo della gara scende vertiginosamente (e non è che i primi 45' siano stati vissuti come una scossa elettrica) con gli ospiti che fanno girare il pallone senza concludere e i padroni di casa che non riescono a ripartire. Le occasioni da gol arrivano tutte nell'ultimo segmento di gara, in cui il Fregene rimedia addirittura 4 corner in serie. Trotto con un colpo di testa velenoso in diagonale verso il palo di sinistra chiama Ferendeles ad una difficile deviazione in calcio d'angolo (44') mentre Lucia, praticamente a tempo scaduto, calcia addosso Serantoni da ottima posizione. La Tor Tre Teste dunque riparte dopo la X col Fiano allo Ielasi, il Fregene cade nuovamente in casa, dopo aver perso anche con l'altra capolista, il Grifone Monteverde.