Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

La Vigor Perconti è tra le 4 migliori squadre d'Italia. Eliminato l'Atletico Gallo

Dopo il successo in casa dei marchigiani, la formazione di Francesco Bellinati centra il passaggio del turno e approda in semifinale



QUARTO DI FINALE, RITORNO (and 1-2) 

VIGOR PERCONTI -ATLETICO GALLO COLBORDOLO 1-0

MARCATORI Amici 21'pt (V)

VIGOR PERCONTI Pedulla 6, Nicolini 7, Pasqui 6.5,  Di Paolo 6.5, Moro 6.5, Barbini 6.5, Cremolini 6.5 (35'st Perozzi sv), Iemma 6 (22'st Castellini 6), Bonaventura 6 (30'st Sciannandrone sv), Igliozzi 6, Amici 7 PANCHINA Felici, Mannarelli, Usai, Onorati ALLENATORE Bellinati

ATL. GALLO COLBORDOLO Cappuccini 6, Leva 5.5, Macciaroni 5.5, Paoli 6, G. Arduini 6, Geminiani 5.5, Palazzi 5 (28'st Casoli sv), Sulejmani 5.5 (39'st Battelli sv), Feduzi 5, Paci 5, Cocchi 5 (36'st Likaxhiu sv) PANCHINA Di Noto, Sensoli, M. Arduini, Magi ALLENATORE Della Betta 

ARBITRO Fiero diPistoia, 5.5 ASSISTENTI Scacchi di Arezzo e Nuzzi di Valdarno 

NOTE Allontanato al 12'stBellinati (V) Ammoniti Bonaventura, Pedulla Angoli 6-1 Fuorigioco 1-0 Rec 1'pt -  4'st


Gli spalti (foto Piccirilli@photosportroma.it)La Vigor Perconti è di nuovo tra le quattro migliori formazioni d'Italia. Dopo la vittoria ottenuta sabato scorso nelle Marche, la formazione di Francesco Bellinati ha strappato il pass per la semifinale giocando, tra le mura amiche del Vigor Sporting Center, una gara d'autorità. Sicuramente una prova non scintillante, ma contro l'undici di Della Betta, i campioni regionali in carica, soprattutto dopo aver trovato il vantaggio, hanno gestito pallone ed energie. Ora, testa al prossimo impegno, il penultimo passo verso il tricolore.  


Vantaggio blaugrana Il primo tentativo della sfida è dei padroni di casa (7'): calcio d'angolo dalla sinistra di Igliozzi, deviazione di un avversario e palla che arriva sul secondo palo dove Iemma, dopo il rimbalzo, prova la battuta a rete, ma spedisce alto. Altro squillo della Vigor Perconti al 12': Nicolini serve Cremolini sull'out destro, il numero 7 appena arriva sullo spigolo dell'area prova il diagonale verso la porta, palla alta di poco. E' la formazione di Bellinati a fare la gara, con l'Atletico Gallo che preferisce agire di rimessa, sbattendo contro il muro blaugrana. La pressione capitolina porta i marchigiani a rifugiarsi nelle retrovie, con la Perconti che guadagna angoli in serie. Una simile prestazione porta alla logica conseguenza del vantaggio della Perconti che arriva al 21': bella azione sulla fascia sinistra che si conclude con un cross per Amici che sottomisura batte Cappuccini per l'1-0. Cinque minuti più tardi le insidie per la formazione di Della Betta arrivano dall'altra fascia, quella di destra, con la grande discesa di Nicolini (in campo a causa della squalifica di Lisari, che porta Di Paolo e Pasqui centrali con lui e Moro a completare il quartetto difensivo) che taglia il campo sul lato opposto trovando Amici libero. L'esterno controlla e dal limite tenta la battuta che viene bloccata in due tempi da Cappuccini.  Poi, come il più classico dei Amici esulta (foto Piccirilli@photosportroma.it)cliché già visti in casa Perconti, la formazione di Bellinati inizia a controllare il gioco, chiudendosi con ordine e lasciando le briciole agli avversari, con il primo tempo che si chiude, dunque, sull'1-0 senza altre occasioni da segnalare.  Nota stonata l'ammonizione, abbastanza sciocca, che prende un nervoso Bonaventura. 


Bellinati salta l'andata Il secondo tempo si apre all'8' con la sventola di destro dalla media distanza di capitan Iemma, con Cappuccini che controlla in tuffo il pallone uscire sulla sua sinistra. Quattro minuti più tardi il signor Fiero di Pistoia spedisce in tribuna Bellinati, reo, molto probabilmente, di qualche parola che ha infastidito il fischietto pistoiese. Il tecnico blaugrana viene espulso quando si trovava seduto e in un momento in cui il gioco era fermo per la battuta di un fallo laterale. Insomma, non la situazione di una feroce protesta... Il copione del match non cambia, anche perché l'Atletico Gallo riesce a fare ben poco. I padroni di casa controllano con ordine e si riaffacciano con pericolosità dalle parti di Cappuccini al 21' quando Cremolini si incunea in area di rigore e prova con la punta del destro a perforare il portiere marchigiano, che riesce comunque a far sua la sfera conuna parata poco ortodossa, ma efficace.  La Vigor Perconti risponde al 28' con il break di Castellini che ruba palla e serve sulla destra Cremolini. L'esterno entra in area ed effettua un tiro-cross che viene respinto alla buona da Cappuccini, il pallone schizza al limite, ma la Perconti non Bonaventura protegge palla (foto Piccirilli@photosportroma.it)riesce a capitalizzare e, sul ribaltamento di fronte, Feduzi riesce a portarsi al tiro dal limite dell'area, leggermente decentrato sulla destra, con un diagonale che esce davvero di poco.  Gli ospiti hanno un altro sussulto al 46' quando una punizione di Battelli dai 25 metri chiama Pedulla alla prima parata dell'incontro. Il match, trascorsi altri tre minuti, non concede più nulla. La Vigor Perconti festeggia e vola in semifinale.