Notizie

La Villa d’Este di Tivoli inaugura l’estate 2015 con aperture straordinarie

Dal prossimo 3 luglio fino al 12 settembre il celebre monumento tiburtino apre ai visitatori anche di sera, con eventi musicali ed attrazioni in perfetto stile rinascimentale.



Image titleL’estate 2015 batte alle porte e dunque anche per la straordinaria Villa d’Este di Tivoli arriva il momento di lanciarsi in una serie di eventi che vedranno il celebre monumento, patrimonio dell’umanità, al centro di aperture notturne e di un ricchissimo carnet di eventi collegati, come ormai da tradizione. 

Nascita ed evoluzione storica di Villa d’Este. Ma com’è nata questa sontuosa residenza alle immediate porte della capitale? Villa d’Este fu realizzata su espresso desiderio del Cardinale Ippolito II d’Este su un’area che precedentemente aveva ospitato una villa romana: al suo arrivo in città, della quale era stato nominato governatore a vita dal pontefice dell’epoca, Ippolito decise di trasformare il convento in cui era ospitato in un palazzo da affiancare idealmente al suo alter ego romano. Ad ogni modo, la costruzione fu travagliata e si concluse solo nel settembre 1572, ma il cardinale ebbe ne godè per poco tempo, in quanto morì giusto tre mesi dopo l’inaugurazione. Affiancata da un meraviglioso giardino e arricchita di opere d’Arte, la Villa passò di generazione in generazione fino ad arrivare nelle mani dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Asburgo, erede al trono dell'Impero austro-ungarico il quale, disinteressato alla sorte del palazzo, voleva rivenderlo al Regno d’Italia per la somma di due milioni di lire, astronomica per l’epoca (primo decennio del XX sec.). L’Arciduca però morì assassinato, innescando la prima Guerra mondiale ed così a fine conflitto la sua villa passò direttamente in mano italiana, che la restaurò a più riprese e l’aprì al pubblico.

Il programma degli eventi. Tutto inizierà venerdi 3 luglio : ci saranno aperture ogni venerdi e sabato sera, fino al 12 settembre, secondo un orario che va dalle 20,30 alle 24,00. Sarà l’occasione non solo per visitare i meravigliosi interni della villa, quanto per ammirare l’illuminazione dei giochi d’acqua del famoso giardino attiguo; ogni venerdì presso la loggia di Pirro Ligorio sul vialone della villa si terranno gli spettacoli del Festival Internazionale Jeux d'Art a Villa d'Este - di cui quest’anno si celebra il decennale – nell’ambito dei quali artisti internazionali arricchiranno le serate di sonorità provenienti da ogni parte del mondo. Tra gli ospiti figureranno inoltre l'Orchestra sinfonica abbruzzese, l'Orchestra da camera fiorentina e l'ensemble veneto I musici di Vivaldi. Spazio anche alla musica napoletana con lo spettacolo Tammuriata nera, Napoli canzoni e Jazz e il New Scarlatti Jazz Project, nonché il grande fisarmonicista Vladimir Denissenkov.  Tutti i sabati sera infine, sulla Terrazza della Pallacorda, tornerà “A Tavola nel Rinascimento”, con degustazioni di piatti “storici”, cui seguiranno spettacoli di intrattenimento in una cornice prettamente rinascimentale.