Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

La Virtus Palombara passa di misura sulla Lazio Calcetto e resta in vetta

Il team di Fiori passa anche al PalaGems al cospetto di una formazione biancoceleste capace di riaprire il match nel finale



Colpo esterno della Virtus PalombaraLAZIO CALCETTO – VIRTUS PALOMBARA 1-2


MARCATORI Albano 22’pt (V), Caloisi 7’st (V), Costi 21’st (L)

LAZIO CALCETTO Silvi, Mariello, Costi, Rossetti, De Lucia, Dionisi, Gentile, Lemma, Dominici, Carrarini, Laurenzi, Magnaniello ALLENATORE Ferretti

VIRTUS PALOMBARA Maresca, Vitali, Scaccia, Lorenzoni, Albano, Tavano, Kocic, Ricci, Butnaru, Giovannetti, Caloisi, Di Ponto ALLENATORE Fiori

ARBITRI Santini di Viterbo, Aiuti di Latina

NOTE Ammoniti De Lucia, Gentile, Tavano Falli 1-5, 2-3 Rec. 2’pt, 1’st


La Virtus Palombara prosegue il suo percorso netto, anche se la vittoria contro la Lazio Calcetto è arrivata al termine di un match difficile. La formazione di mister Fiori, infatti, ha sempre tenuto in mano il pallino del gioco, senza però riuscire mai a sfondare l’attenta retroguardia laziale. 


Primo tempo. Il primo tempo vive di ritmi piuttosto bassi. La tattica accorta della Lazio Calcetto e il caldo soffocante del PalaGems impediscono alle due formazioni di dare vita ad un match vibrante. La prima conclusione arriva al 4’ con Costi, che manda sul fondo. Al 6’ Palombara pericoloso con Scaccia, che prima impegna Silvi, quindi calcia fuori sul tap-in. Sul capovolgimento di fronte è Gentile e chiamare in causa Di Ponto. Nella fase centrale del tempo, il Palombara sfiora il gol con Butnaru, che non trova il tocco sull’assist di Kocic, e con Scaccia che, ben imbeccato ancora da Kocic, manda sul palo esterno. Il gol sembra nell’aria e arriva al 22’. Ennesimo assist di Kocic e tocco vincente in area di Albano. La Lazio prova subito a reagire e prima dell’intervallo Dionisi e Gentile vengono murati da Di Ponto, mente al 31’, sugli sviluppi di una punizione, la conclusione di Costi viene respinta sulla linea da Butnaru.


Secondo tempo. Nella ripresa la gara cresce di ritmo e il Palombara prova subito a chiudere il discorso. al 2’ il team di Fiori sfiora immediatamente il raddoppio. Kocic controlla in area e viene chiuso da Silvi, che si supera sul tap-in ravvicinato di Scaccia. Gli stessi due giocatori vengono fermati nuovamente da Silvi due minuti più tardi, mentre al 7’ un triangolo tra Kocic e Caloisi permette a quest’ultimo di arrivare alla conclusione che si insacca imparabilmente all’incrocio. Sotto di due reti, la Lazio Calcetto ha il merito di non alzare bandiera bianca. Anzi prova a riaprire subito la partita. Ci provano De Lucia e Gentile, ma Di Ponto di ce no. Al 13’ Carrarini manda sul fondo e lo stesso fa Gentile un minuto più tardi. La spinta della squadra di Ferretti viene premiata al 21’ quando un diagonale di Costi, complice un intervento non perfetto di Di Ponto, dimezza lo svantaggio. Nel finale la Lazio si sbilancia in avanti e il Palombara si rende pericolosissimo in contropiede, ma né Tavano, né Lorenzoni trovano la rete del ko. Al 28’ la Lazio sciupa una buona ripartenza con Costi e Gentile che non si capiscono e nell’ultima azione del match è Scaccia, tutto solo, a impegnare Silvi, che salva in uscita. Tre punti importanti per il Palombara che può preparare con serenità la gara di sabato contro il Lido di Ostia, mentre la Lazio Calcetto, pur sconfitta, può consolarsi per aver tenuto testa alla corazzata rossoblu.