Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Ladispoli ai quarti di finale: battuto 3-1 il Certosa

I tirrenici costruiscono il vantaggio nel primo tempo e lo difendono nella ripresa assicurandosi il passaggio del turno. Per i neroverdi, inutile il gol-capolavoro di Sammarco



LADISPOLI - CERTOSA 3-1
MARCATORI
23'pt Mei (L), 35'pt Patelli (L), 7'st Sammarco (C), 36'st Manzari (L)
LADISPOLI De Maio, De Carli, Marra,  De Martinis, Battaiotto (1'st Mastropietro),  Patelli, Mei, Enasoei, Pranzetti (6'st Piromalli), Pellecchia (20'st Aliberti), Virgili (23'st Manzari) PANCHINA Troiani ALLENATORE Marinelli
CERTOSA Pozzi, Bettacchi (20'st Bonesi), Ercolani, Atienza, Botticelli, Tornambè (20'st Lazar), Piccirilli (16'st Diodati), Stella (25st Marconi), Ventura Acquaviva (15'st Cardosi (25'st Bianchi) , Pera, Sammarco PANCHINA Marini ALLENATORE Laureti
ARBITRO Mele di Roma 2
NOTE Ammonito Marconi Angoli 0-2 Rec. 2'st

Il Ladispoli respinge un attacco del CertosaProva grintosa del Ladispoli che riesce ad avere la meglio del Certosa. Decisio l'ultimo quarto d'ora del primo tempo durante il quale i ragazzi di Marinelli sono riusciti a costruire un doppio vantaggio che risulterà poi decisivo ai fini del risultato finale.
La cronaca. Partono subito bene i tirrenici che al 9' sfiorano il vantaggio con il tentativo di Patelli. Al 16' arriva la risposta del Certosa che alla prima chiara occsione va vicinissimo al gol ma è decisivo il salvataggio sulla linea di porta di un difensore sulla conclusione tentata da Botticelli. Il Ladispoli però gioca meglio e al 23' sblocca il match: palla dentro per Mei e favoloso pallonetto del numero 7 che supera in maniera deliziosa l'estremo difensore Pozzi in uscita. Il Certosa accusa il colpo e poco prima del duplice fischio arriva il raddoppio: lancio dalla retrovie e preciso piattone al volo tentato da Patelli che fa secco il portiere neroverde per il gol del 2-0.
Nella ripresa, ruba la scena il gol del Certosa al 7' di Sammarco, probabilmente il più bello fino ad ora segnao nel corso del torneo: l'attaccante protegge il pallone al vertice sinistro dell'area e con il mancina si inventa una girata potente e precisa con il pallone che si va ad infilare sotto la traversa. Il prosiegue della partita è divertente, con accellerazioni improvvise da una parte e dall'altra ma è il Ladispoli a chiudere la contesa con la rete di Manzari (segnata dopo un'insistita azione personale) in pieno recupero che consegna con certezza il pass per i quarti di finale (contro la Nuova Tor Tre Teste) alla squadra di Marinelli.