Notizie

Ladispoli, nuovi partner per la Palude di Torre Flavia

L’amministrazione comunale rende noto che prosegue la rivisitazione del progetto di salvaguardia sviluppato dall’Università Roma 1, che in questi giorni è stato condiviso dalla Regione Lazio e dal Centro Ricerche Applicate per lo Sviluppo Sostenibile (Cras)



Image titleL’Amministrazione comunale rende noto che prosegue la rivisitazione del progetto di salvaguardia della Palude di Torre Flavia, sviluppato dall’Università Roma 1, che in questi giorni è stato condiviso dalla Regione Lazio e dal Centro Ricerche Applicate per lo Sviluppo Sostenibile (Cras). Il progetto, da circa 2 milioni e mezzo di euro, prevede la creazione di un muro di contenimento (duna), il posizionamento di barre sommerse (a circa 100 – 200 metri dalla riva), un sistema di microfiltrazione applicato al depuratore della città. “Siamo grati – ha detto il vice sindaco Giorgio Lauria – per il partnerariato che si è costituito per sostenere il progetto per la nostra palude di Torre Flavia. Un sito non solo di importanza comunitaria (Sic) ma anche zona di protezione speciale. Con i referenti tecnici dell’Università si è raggiunta un’intesa per presentare a breve alla città il progetto”.