Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Latina-Frosinone: faccia a faccia Ghirotto-Trimani

L'intervista doppia ai tecnici alla vigilia del derby che potrebbe valere una stagione. Il mister pontino: "Vinciamo noi", l'allenatore ciociaro: "È la nostra ultima chance per le finali"



A sinistra Marco Ghirotto, a destra Maurilio Trimani ©GazzettaRegionale/Giuseppe DucaSemplicemente un derby. O forse qualcosa di più. La partita di domani è di quelle importanti, di quelle che valgono un'intera stagione. Latina – Frosinone, roba da cuori forti, ottanta minuti che per chi andrà in campo, comunque vada, non saranno sicuramente dimenticati. Non sarà solo una sfida spinta da una rivalità storica, ma un duello all'ultimo sangue: domani a Borgo Piave ci si gioca l'accesso alle Finali scudetto. I nerazzurri con una vittoria si ritroverebbe con un piede e mezzo nella post season, i ciociari con una sconfitta saluterebberro in anticipo, con tutta probabilità, la possibilità di qualificarsi per i play-off. Per entrare di più nel derby, per respirare a pieni polmoni l'aria che c'è nelle due città, abbiamo contattato i condottieri delle due squadre: da una parte il mister pontino Marco Ghirotto, dall'altra l'allenatore gialloblu Maurilio Trimani.

Latina – Frosinone è sempre un match particolare, ma quello di domenica assume un valore importante anche in chiave classifica. Pronti per questo derby?
Marco Ghirotto: “Assolutamente sì, veniamo da un momento positivo. Possiamo vantare un'ottima condizione fisica e mentale. Abbiamo inoltre anche la consapevolezza di arrivare a questo match contro una squadra che con un pareggio avrebbe un piede e mezzo fuori dalle finali, quindi ci prepariamo ad affrontare una partita complicata. Non mi fido del Frosinone”
Maurilio Trimani: “Sarà una partita da dentro o fuori, in cui cercheremo di gestire al meglio quella che per noi è l'ultima possibilità di rientrare nella corsa alle finali. Peccato per lo scorso risultato della Roma che non ci aspettavamo perdesse con la Ternana e che ci ha tolto qualche possibilità nello sprint finale. Il campionato rimane tutto da decidere peccato solo arrivarci essendo costretti a vincere tutte le partite e sperando poi che si incastri qualche altro risultato.”

Marco Ghirotto ©Latinacalcio.itUna gara decisiva. Quanto scommetti per le finali in caso di vittoria?
MG:“Se vinciamo contro il Frosinone, al 90% siamo in finale. Un possibile successo sarà strettamente legato alla gara contro la Ternana di domenica prossima, anch'essa in ballo per un posto alla Final Season: ci presenteremmo in terra umbra con molto più tranquillità rispetto ai rossoverdi"
MT: “Questo finale di stagione si gioca sul filo di lana. In caso dei nostri tre punti e del contemporaneo successo della Roma si disegnerebbe una classifica in cui tutti i giochi sarebbero riaperti ma, certo è che siamo costretti a vincere.”

Quale potrebbe essere la chiave tattica, la possibile svolta del match e quali sono i giocatori che hanno l'abilità di cambiarla?
MG:“Se il match non si sbloccasse subito, potremmo sfruttare bene le situazioni su palla inattiva, un nostro punto di forza. Del Frosinone invece temo molto gli esterni d'attacco. Se giocheranno con centrocampo a tre, sarà decisiva la nostra abilità a interrompere il loro possesso palla. Dipenderà comunque da come approcceranno la partita.”
MT: “Noi dovremo fare la partita. Ecco perchè questa settimana ci siamo concentrati sul nostro gioco e sul possesso palla, vedremo se riusciremo a far valere le nostre armi. Loro, da quanto ho visto anche all'andata, lavorano molto sulla riconquista del pallone e sulle ripartenze. Giocatori deicisivi? Be da loro Orefice sta facendo bene e del resto lo dicono anche i numeri ma me lo aspettavo visto che è un ragazzo che anche noi avevamo notato. Dei nostri invece dico Rosa, è in forma e spesso riesce a incidere anche entrando dalla panchina”

Una cosa che apprezza dell'altra squadra?
MG:“Dei ciociari apprezzo la costanza con la quale lavorano negli anni con il settore giovanile. In termini di squadra è una di quelle che piace a me. Una squadra svelta, veloce nell'impostare l'azione”
MT: “Devo fare i complimenti al mister (ride, ndr) Il Latina è una squadra davvero ben impostata, si vede che ha lavorato molto sulla fase difensiva e sull'organizzazione di gioco.”

Maurilio Trimani ©Giuseppe DucaAll'andata il Latina vinse 2-0. Quel risultato rispecchiò il valore delle due squadre?
MG:“All'andata la differenza c'è stata e abbiamo vinto meritatamente. Più in generale, a livello di rosa, noi e loro siamo molto simili”
MT: “In quella parttia sicuramente, hanno meritato devo ammetterlo. Vincere gli scontri diretti alal fine sta facendo la diferenza perchè, ad eccezione della Roma che è una spanna sopra alle altre, noi, il Latina, la Lazio e anche il Pescara, siamo tutte formazioni attrezzate per le finali”

Cosa fu determinante nella gara del 23 novembre?
MG:“La differenza all'andata la fece lo stato d'animo ed infatti vorremmo ripetere quanto fatto allora. Caricarla troppo o caricarla troppo poco è sbagliato in entrambi i casi. In gare come queste è decisivo il fattore psicologico”
MT: “All'andata ci hanno messo in difficoltà con un pressing incredibile che abbiamo sofferto sorpattutto nei primi venti minuti. Stavolta però vedremo di metterci qualcosa in più”

Ultima domanda, senza scaramanzia: chi lo vince questo derby?
MG:“Semplice: lo vinciamo noi”
MT: “Spero il Frosinone 1-3. Per noi è l'ultima chance e se vinciamo qualche problema lo lasceremo agli altri”