Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Latina: un weekend con uno sguardo al Pescara e uno al futuro

I nerazzurri pronti al difficile match con gli abruzzesi. Ferullo: "Domenica affrontiamo una grande squadra ma ci proviamo" e su Orefice: "Riaverlo presto al top sarà importante"



Unico superstite della rivoluzione che ha scosso le panchine del Latina, è Antonio Ferullo. Il tecnico, con i suoi Allievi Lega Pro, dopo una partenza a rilento sta cominciando a cambiare passo. I suoi 2000, da sotto età, stanno crescendo e ora il big match con il Pescara sarà l'occasione giusta per vedere i reali progressi dei nerazzurri.

Il Latina si prepara alla sfida di Pescara ©GazzettaRegionaleL'avvio non è stato dei più semplici. Ferullo, una volta arrivato a Latina, ha completamente cambiato pelle alla squadra. Il tecnico ha lavorato sui singoli e soprattutto sul sistema di gioco di una squadra che, dopo qualche difficoltà iniziale legata soprattutto ad una preparazione atletica iniziata in ritardo, sta ora dimostrando di aver assimilato a pieno il 4-3-3 del mister. “Le prime due partite siamo incappate in due sconfitte maturate negli ultimi minuti - ci racconta Ferullo – credo che molto sia dipeso dal fatto che siamo partiti con la preparazione solamente il 23 di Agosto. Con solo quindici giorni di lavoro sulle spalle è normale fare fatica, soprattutto se si pensa che abbiamo affrontato subito due formazioni interamente di '99, con il fattore atletico che diventa molto importante per noi che siamo tutti 2000”.

A fronte di una falsa partenza c'è però stata una rapida ripresa. A confortare il tecnico, ancor prima che i punti sino ad ora raccolti, ci sono le prestazioni di una squadra che con il passare delle giornate ha saputo costruire gioco con sempre maggiore continuità anche se, come ci rivela lo stesso tecnico, ci sono ancora dei dettagli da limare: “La cosa buona è che spesso la partita la facciamo noi Dall'inizio alla fine creiamo tanto anche se purtroppo molte volte non riusciamo a finalizzare la mole di gioco prodotta. Da questo punto di vista sino ad oggi ci è mancato il giocatore che è forse il più talentuoso là davanti. Orefice infatti è rientrato solo domenica scorsa dopo 4 mesi di stop”. Nel reparto avanzato Ferullo ha fatto il lavoro più importante. Esempio lampante è quello di Auricchio che, se l'anno scorso ha segnato appena sei gol in trenta partite, quest'anno è già arrivato a quota quattro guadagnandosi la promozione nel gruppo degli Allievi Nazionali: “Stava avendo un buon trend tant'è che nelle prime quattro partite aveva segnato quattro gol. Tant'è che è da due settimane con gli Allievi Nazionali”.

Antonio Ferullo, unico superstite della rivoluzione sulle panchine del LatinaQuella di Auricchio sarà un'assenza pesante nel reparto avanzato del Latina che ora spera di recuperare alla svelta Orefice: “Il suo sarà un rientro prezioso però in questo momento è ancora lontano dalla migliore forma fisica. Domenica ha giocato gli ultimi 15 minuti, domenica prossima magari giocherà un po' di più sperando che piano piano, senza affrettare i tempi, riusciremo a recuperarlo in pieno”. In attesa del suo rientro però il Latina è atteso ad una partita decisamente impegnativa come quella con il Pescara: “Affrontiamo la seconda della classe che è sopra anche alla Roma. Sarà una partita importante che non vediamo l'ora di affrontare. Sarà l'occasione giusta per testare quelle che sono le nostre qualità e confrontarci con un avversario importante che però, sia chiaro, affronteremo senza snaturare quella che è la nostra identità”. Il Latina vuole quindi continuare a correre, con Ferullo che getta così uno sguardo al Pescara e uno, ancora più importante, ad un futuro in cui i nerazzurri con i dovuti aggiustamenti potrebbero davvero trovare delle inattese soddisfazioni.