Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

Lazio, Alessio Medici si prepara all'esordio con la sua Under 21

La formazione biancoceleste si prepara al derby di domani contro il Latina. Intanto la società del presidente Chilelli esprime il suo cordoglio per la scomparsa di Anna Tina Mirra



Alessi oMedici (Foto © Cantarelli/S.S. Lazio C5)Circa 24 ore anche all’inizio del campionato Under 21, che vedrà la Lazio di Alessio Medici presentarsi al via domenica mattina in casa del Latina, con lo Scudetto cucito sul petto, eredità della squadra figlia della precedente gestione, ma anche con già all’attivo il primo grande trofeo stagionale, quella Supercoppa vinta il 20 settembre scorso battendo il Kaos al PalaGems, nel match che ha inaugurato gli impegni ufficiali della nuova Lazio.

Proprio quella gara, pur se la prima in assoluto, pur se una singola partita, rappresentava già un crocevia fondamentale per la stagione dei giovani biancocelesti, chiamati subito a dimostrare il loro valore con la pesante eredità del tricolore ed i favori del pronostico attribuiti un po’ da tutti.

Il gruppo in quell’occasione non deluse le aspettative ed anzi, si mostrò competitivo al massimo.

Domani inizia il campionato ed Alessio Medici vuole rivedere, pur con qualche assente aggregato alla prima squadra in trasferta a Corigliano, la stessa squadra che ha vinto e convinto contro il Kaos:

“Proprio in virtù del risultato della Coppa, non possiamo non puntare a fare il massimo anche in campionato. Tutti ci danno come favorita, magari non saremo l’unica o la più forte in assoluto ma di certo siamo tra quelle più accreditate. La vittoria in Supercoppa ha dato quelle certezze che dentro di noi avevamo già, ma che avendo vinto si sono senza dubbio fortificate. Vincere ti da sempre quelle sicurezze in più che ti aiutano anche in allenamento, quindi certamente possiamo dire che vincere quella partita ha il suo peso a livello motivazionale”.


Cosa vi aspettate dal girone in cui siete inseriti?

“Penso sia anche più difficile dello scorso anno – dice Medici – c’è qualche squadra che sembra molto ben preparata come ad esempio la solita Roma Torrino o la Carlisport Cogianco, poi come sempre ci sarà qualche incognita cui fare attenzione”.


Mentre quali sono le aspettative per la partita d’esordio?

“Il Latina ha cambiato molto ed è tutta da scoprire, poi in casa loro bisogna sempre farei conti con un campo un po’ diverso dal nostro nelle dimensioni. Sappiamo di andare incontro ad una serie di incognite ma anche di poter contare su un roster di livello che potrà dire la sua contro ogni avversaria”.


Come stanno i tuoi ragazzi?

“Arriviamo tutti abbastanza bene, abbiamo due squalificati, gli stessi della Supercoppa, Mariello e Pistella. I disponibili sono tutti in buona forma ed abbiamo cinque ragazzi che giocheranno anche in Juniores quindi magari arriveranno un po’ più affaticati degli altri, ma hanno comunque un giorno intero per recuperare”. 


Quindi bene la parte fisica. Quella mentale?

“Devo dire la verità, la scorsa settimana eravamo già pronti per iniziare e questo ulteriore slittamento non ci ha giovato. Eravamo al cento per cento e forse ora non lo siamo, ma conto sul fatto che già dall’ultimo allenamento di oggi e poi al momento di scendere in campo, saremo mentalmente pronti. E’ la prima di campionato e si inizia a fare sul serio”.


Cordoglio. Appresa la notizia della prematura scomparsa di Anna Tina Mirra, giornalista di valore e punto di riferimento imprescindibile negli anni per la comunicazione legata al mondo della Polisportiva Lazio, nonché ex addetta stampa della Lazio Calcio a 5, la società, colpita anche personalmente in alcuni suoi elementi, rivolge le sue più sentite condoglianze alla famiglia ed agli amici e si unisce al cordoglio del Presidente Antonio Buccioni e di tutta la Polisportiva Lazio per la perdita di una persona dalla professionalità e dal carattere eccezionale.

Una professionista capace, una persona affidabile, una donna con un grande carattere e soprattutto, un’amica sincera, che con grande forza e dignità ha mostrato anche nei momenti più difficili sempre e solo il suo lato migliore, quello genuino, determinato e disponibile, anche pochi mesi fa in occasione della nostra presentazione presso il Circolo Canottieri Lazio. 

Grazie mille Anna Tina, grazie di tutto davvero. La Lazio ed i laziali, pur non conoscendoti, dovrebbero esserti riconoscenti. Chi scrive queste parole lo è, e ti ricorderà sempre con affetto.

Ciao Anna Tina.