Notizie
Categorie: Altri sport

Lazio, che beffa! Il Posillipo si impone con una rete allo scadere: finisce 12-13

Formiconi: “Non meritavamo di perdere, dobbiamo crescere”. Decide l'ex Mandolini



Image titlePartita dal retrogusto amaro al Salaria Sport Village, nella prima gara stagionale di fronte al proprio pubblico e seconda giornata del campionato di A1. La SS Lazio Nuoto dopo aver condotto, inseguito e domato a tratti il Posillipo deve arrendersi alla squadra napoletana, ma solo nel finale. Risultato: 13-12, a 40 secondi il gol vincente dell’ex Mandolini che nulla toglie comunque alla prestazione delle aquile biancocelesti, imprecise in alcune fasi ma capaci di restare in gara fino all’ultimo pur al cospetto di una big del campionato. Capitolini ancora fermi in classifica e alle prese con un calendario complicato. Come era accaduto contro il Brescia, il primo gol della Lazio porta la firma di Joshua Samuels dopo appena un minuto. Pochi secondi più tardi arriva il pareggio su rigore di Radovic (1-1). La Lazio però gioca bene e va sul + 2 con i gol di Leporale e Colosimo (3-1) e un grande Vespa fra i pali. Nella seconda metà del quarto, però, arriva la rimonta napoletana con la doppietta ancora di Radovic e la rete di Mandolini (3-4). I partenopei mantengono il gol di vantaggio anche nel secondo quarto. Per il Posillipo segnano Mandolini e Radovic; per la Lazio una doppietta di Vittorioso (5-6). La terza parte si apre con il gol del solito Radovic, ma la Lazio è brava a rimontare con la rete di Calcaterra e i due gol in rapida successione di Samuels (8-7). A dieci secondi dalla fine Renzuto Iodice fa terminare il periodo sull’8-8. La Lazio ne risente nell’ultimo quarto quando subisce subito i gol di Foglio, Klikovac e ancora Renzuto Iodice (8-11). Gli uomini di Formiconi però, come sempre, non mollano e regalano ai tifosi del Salaria Sport Village un finale al cardiopalma. Samuels prova a guidare la riscossa, lo seguono Gianni, Di Rocco e Colosimo, in mezzo il gol di Renzuto Iodice. 12-12 a 75 secondi dalla fine. Il pubblico chiede l’ultimo sforzo alle aquile ma a tradimento arriva proprio il gol dell’ex: Mandolini su una disattenzione difensiva. Il prossimo impegno sarà sabato a Napoli contro l’Acquachiara.