Notizie

Lazio-Coletta nuovo strappo: al suo posto arriva De Cosmi

Il Generale al momento sarebbe fuori dai quadri tecnici biancocelesti. Prende forza la candidatura dell'ex tecnico dei '99. Decisivi i prossimi giorni?



Il calcio d'estate, si sa, è fatto d'indiscrezioni, ipotesi e verità appena bisbigliate. Una costante che avvolge ogni aspetto di questo sport, dal campo sino alle stanze dei bottoni da cui si cerca di carpire ogni spiffero, con la speranza di decifrare i primi e timidi segnali della stagione che verrà. Gli uffici della Lazio non fanno certo eccezione visti soprattutto quegli spifferi che, con la vicenda Coletta a tenere banco, sono sempre più simili ad un vento che preannuncia maretta.

Il Generale Giulio ColettaI precedenti. Il mese di Luglio si era aperto con la solita bagarre tra il Generale Coletta e Igli Tare. Un rapporto, il loro, che non è mai stato dei più semplici e poi ulteriormente inasprito dall'arrivo dell'olandese Joop Lensen. Uno scenario a dir poco affollato che aveva spinto Coletta, desideroso di maggiore spazio, all'addio. Così come già accaduto in passato, a ricomporre i cocci, ci ha pensato il presidente Lotito che, con la chiacchierata fiume nella notte del nove di Luglio, sembrava proprio essere riuscito a gettare acqua sul fuoco. “Abbiamo parlato con il presidente dalle 20.30 a 00.45. Una piccola chiacchierata, insomma... Era presente anche Tare e insieme a loro abbiamo trovato l'accordo. Per il dodicesimo anno di seguito rimarrò qui” Queste infatti le parole con cui, ai nostri microfoni, il Generale Coletta sanciva il cessato allarme.

La scintilla. Nelle ultime settimane però, in casa Lazio sarebbe stata maturata la decisione di mantenere un unico gruppo Allievi, presentando un formazione mista composta da classe '99 e 2000 nei Nazionali. Una scelta confermata anche dall'epurazione piuttosto marcata che starebbe avvenendo all'interno dei vari gruppi agonistici. Strade che però sarebbero state intraprese senza il pieno coinvolgimento del Generale aprendo così le porte all'ennesimo colpo di scena. Coletta non avrebbe infatti gradito il ruolo marginale a cui sarebbe stato costretto tanto da compiere l'ennesimo passo indietro. A complicare la vicenda ci sarebbe ora il rapporto proprio tra il Generale e il presidente Lotito che si sarebbe raffreddato notevolmente dopo le continue richieste di quello che pare sempre più l'ormai ex responsabile del settore giovanile biancoceleste. Insomma, mai come in questi giorni, Giulio Coletta è lontano dalla Lazio a causa di uno strappo che pare ormai irrecuperabile.

Roberto De Cosmi © photosportroma.itUltim'ora. Al momento Coletta sarebbe fuori, ma visti i precedenti non è da escludere un colpo di coda dell'ultimo istante che riappiani le divergenze con la società. Con i rapporti tra Lotito e Coletta ai minimi storici, starebbe però prendendo forza in questi ultimi giorni la figura di Roberto De Cosmi. Il tecnico, nell'ultima stagione, ha sfiorato le finali regionali con gli Allievi Fascia B. Una categoria che la Lazio, così come già fatto dalla Roma, pare proprio voler abbandonare lasciando così l'allenatore libero per nuovi incarichi. Assieme a questo c'è poi il curriculum di De Cosmi che, entrato nel settore giovanile biancoceleste nel 2006, ha saputo anno dopo anno scalare posizioni partendo dalla scuola calcio sino ad arrivare al settore agonistico, oltre ad essere responsabile di diversi Camp organizzati dalla società di Formello. Un vero e proprio uomo Lazio quindi che sarebbe ora in odore di promozione, pronto a supportare l'olandese Joop Lensen nella supervisione tecnica dei gruppi giovanili.

Nel settore giovanile della Lazio, fatta eccezione per il solo Inzaghi confermatissimo, al momento si naviga a vista. Lotito prende tempo e scorre la rubrica del telefono ma pare proprio che stavolta il suo dito andrà oltre la lettera C, stufo di un tira e molla andato avanti per troppo tempo.