Notizie

Lazio e Roma si giocano la Tim Cup nella finale di ritorno

Appuntamento domani 1 maggio allo Stadio Olimpico (ore 18.15). Si parte dall'1-0 dell'andata in favore dei giallorossi. Napoli - Roma rinviata al 13 maggio



Un'immagine dell'andata foto©LauraDelGobboIl margine è minimo, ma può comunque risultare determinante. La Primavera Tim Cup balla su una linea sottile, pendendo leggermente dalla parte della Roma di Alberto De Rossi, grazie all’unica rete segnata nei primi 90’ della doppia finale di questa edizione. E’ Daniele Verde finora a indirizzare la il trofeo verso la sponda giallorossa del Tevere, un gol che è bastato a posticipare il discorso di una settimana, ma che non dà garanzie in vista del ritorno. Se non fosse stato per l’ingenuità di Germoni, probabilmente il risultato del derby d’andata sarebbe rimasto immacolato, senza subire variazioni. Un sostanziale equilibrio, quello visto in campo, che è saldamente rimasto invariato per tutto il match, sia nella continuità del gioco espresso, sia nelle occasioni da gol avute. Poche le possibilità di passare in vantaggio, perfino il calcio di rigore di Verde ha avuto bisogno di una doppia conclusione per oltrepassare la linea di porta. La Roma dunque non dove adagiarsi sugli allori della stracittadina vinta sette giorni fa, ricordandosi quanto tempo sia passato dalla precedente vittoria in un confronto con i cugini biancocelesti. Diverse le sensazioni in casa Lazio, dove il “26 maggio” della Primavera rischia di trasformarsi in un fardello troppo pesante da portare. La squadra di Inzaghi ha perso per un’occasione, per un meccanismo che si è intoppato in un momento delicato e che è risultato decisivo ai fini del primo round. L’esiguo svantaggio che divide i biancocelesti dagli avversari deve essere uno stimolo a fare bene, ma solo mantenendo la giusta lucidità si può invertire la rotta che ha preso la Coppa Italia Primavera. Inzaghi dovrà fare i conti con una squadra che lamenta diversi giocatori in condizioni non ottimali: i problemi sono principalmente a centrocampo. E’ lì che la Lazio ha faticato di più a reggere il confronto nella gara d’andata, è lì che Inzaghi rischia di dover correre ai ripari, dovendo valutare le condizioni di Verkaj, Pace e Murgia. Proprio il numero dieci biancoceleste, assieme a qualche altro suo compagno, ha suonato la carica sui social network, avviando il countdown per la finale di ritorno. La rabbia della Lazio contro la fame della Roma, la rivalità capitolina è pronta esplodere sulle rive del Tevere, laddove presso lo Stadio Olimpico alle 18.15 questa città avrà una nuova regina.


Campionato. Con le due formazioni capitoline impegnate in Coppa Italia, sono stati rinviati gli impegni della 24a giornata inizialmente fissarti per sabato prossimo. La sfida tra Napoli e Roma è stata così posticipata al 13 maggio, mentre mercoledì prossimo i giallorossi saranno in trasferta a Latina, nel match valido per la 22a giornata di campionato, rinviato per l’impegno dei ragazzi di De Rossi in UEFA Youth League. Nello stesso giorno, il 6 maggio, si svolgerà anche la sfida tra Lazio e Avellino, con i biancocelesti che potranno raccogliere tre punti preziosi contro il fanalino di coda del girone C.