Notizie

Lazio esagerata e seconda: Avellino travolto al Fersini

Finisce 8-0 per gli aquilotti di Inzaghi. Rossi cala il poker, doppiette per Palombi e Pace. In campo anche Santiago Gentiletti per tutto il primo tempo



24a Giornata
8 - 0

MARCATORI Rossi 10'pt, 25'pt, 7' e 24'st, Pace 30' e 37',12'e 19'st Palombi

LAZIO Guerrieri, Dovidio, Silvagni, Gentiletti (1'st Quaglia), Seck (1'st Manoni), Murgia (1'st Milani), Pace, Rokavec, Tounkara, Rossi, Palombi PANCHINA De Angelis, Antonucci, Prce, Verkaj, Capuano, Condemi, Cotticelli ALLENATORE Inzaghi 

AVELLINO Patella, Mesri, Shullazi, Comentale, Raucci (33'st Vitale), Colella, Castaldo (23'st Cozzolino), Gagliardo, Masocco (1'st Riccio), Martini, Ventola PANCHINA Rizzo, Lampazzi, Vincenzi, Avella, Cossentino ALLENATORE Luperto 

ARBITRO Vesprini di Macerata 


Santiago GentilettiTutto facile per la Lazio nel recupero di campionato disputato oggi al Fersini. I biancocelesti di Simone Inzaghi travolgono per 8-0 l'Avellino fanalino di coda e si prendono il secondo posto, sempre alle spalle della Roma, con due lunghezze di vantaggio sul Bari e 4 punti di ritardo dai giallorossi. La giostra del gol biancoceleste si apre al 10' quando Tounkara scappa via alla difesa irpina e con un bel cross teso serve in area Rossi: controllo e palla in fondo al sacco per l'1-0. Sempre Rossi al 25' mette la firma sul raddoppio biancoceleste grazie ad un tap in sulla violenta conclusione di Murgia, respinta corta da Patella. Il 3-0 arriva cinque minuti più tardi, quando Pace dai 25 metri lascia partire un gran tiro sul quale il portiere irpino non può davvero nulla. L'Avellino prova a rialzare la testa al 35': Silvagni atterra in area un lanciatissimo Ventola, rigore. Dal dischetto parte l'ex Vigor Perconti Masocco, ma Guerrieri dimostra ancora il suo stato di grazia dopo la finale di Tim Cup e respinge il tiro. Due minuti più tardi la Lazio chiude definitivamente i giochi. Va ancora a segno Pace per il momentaneo 4-0 con un diagonale preciso, questa volta dall'interno dell'area di rigore. Il risultato chiude anche la prima frazione. Dopo l'intervallo Inzaghi effettua una mini-rivoluzione: fuori Gentiletti (che sta carburando in vista del rientro con Stefano Pioli dopo il lungo infortunio), Seck e Murgia, al loro posto Quaglia, Manoni e Milani. Una sostituzione anche per l'Avellino, con Riccio in luogo di Masocco. L'inerzia del match non cambia e al 7' Rossi firma la sua personale tripletta per il 5-0 laziale. La doppietta di Palombi (57' e 64' con altro assist di Tounkara) porta la sfida sul 7-0, prima che Rossi, al 69' con un tocco morbido firmi il definitivo 8-0 con poker personale.