Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Lazio - Fiorentina, ci siamo: chi volerà a Chianciano?

Domani pomeriggio al Gentili, il match a gara unica tra biancocelesti e viola: chi vincerà staccherà il pass per la Final Eight



Il primo grande passo è stato fatto la settimana scorsa battendo l’Atalanta, adesso alla Lazio ne servirà un altro per poter volare finalmente a Chianciano. Tra i biancocelesti e le Final Eight però c’è di mezzo un mare insidioso, un mare viola: c’è la Fiorentina di Agostino Iacobelli, arrivata quarta nel Girone A ma che si presenta al Gentili dopo aver travolto il Cesena, forte di un grande gruppo, ricco di individualità interessanti.

Daniele FranceschiniLazio tra dubbi e ritorni. I biancocelesti psicologicamente stanno attraversando il loro miglior momento della stagione. Il successo con l'Atalanta ha permesso ai ragazzi di Daniele Franceschini di fare scorta di un carico di energie positive che potrebbero rivelarsi decisive in vista del match di domani. Quello che i capitolini dovranno fare è semplice quanto complicato: ripetere quanto di buono hanno fatto vedere contro i bergamaschi nel primo turno dei play off, rimettendo in campo la stessa grinta, lo stesso spirito di gruppo e la stessa fame di vittoria. Squadra che vince non si cambia? Sì, anche se il tecnico sarà costretto a variare qualcosa. Il primo sicuro cambio riguarderà il fronte offensivo: il capitano Daniel Bezziccheri si riprenderà il suo posto al centro d’attacco, dopo la buona performance di Sula; sulle fasce ci saranno ancora Nolano e Porzi (la sorpresa potrebbe essere l’inserimento di Bellistri dal primo minuto al posto di quest’ultimo). Per quel che riguarda la mediana c’è qualche dubbio in più: se Folorunsho è insostituibile, Franceschini sarà costretto a fare i conti con infortuni e Giudice Sportivo per quel che riguarda gli altri due ruoli del centrocampo. L’assenza pesante è quella del tuttofare Cassio Cardoselli, espulso nel finale contro l’Atalanta: il primo candidato a sostituirlo è Giannone, uno dei pochi in rosa a saper giocare tra centrocampo e attacco, spesso titolare nel corso della stagione. La presenza del trequartista dal primo minuto è avvalorata anche da un’altra probabile assenza, quella di Edon Beqiri. Lo svizzero non è al massimo della forma e rischia anche lui di saltare la gara contro i viola. In tal caso, sarebbero molte le situazioni che si andrebbero a creare: Franceschini potrebbe arretrare Porzi ed inserire uno tra Bellistri e Castaldi in avanti. Altra soluzione, ruolo per ruolo, è quella che vedrebbe l’inserimento del mediano Jacopo Tomei, in panchina la scorsa settimana.  Nessun dubbio per quel che riguarda la difesa: fondamentale il ritorno al centro della difesa di Cardelli che andrà a fare coppia con Pedrazzini; sulle corsie esterne, confermatissimi Cotani a destra e Picozzi a sinistra.

Agostino Iacobelli ©canteraviola.comLa Fiorentina. Come tutte le grandi squadre, i viola hanno chiuso il campionato in crescendo, con l’avvicinarsi delle finali. Emblematico è il 4-0 con il quale i toscani hanno escluso il Cesena dalla lotta, nel primo turno dei play off. Un team, quello di Agostino Iacobelli, che ha superato anche con un giusto 2-0 la Juventus nel finale di regular season e che quindi non ama fallire nelle occasioni importanti. Ma qual è il suo punto di forza? Sicuramente l’attacco. Il pericolo numero uno per la Lazio sarà rappresentato dal centravanti viola: parliamo di Jan Mlakar, attaccante sloveno, arrivato a gennaio, titolare inamovibile della sua nazionale Under 17 e vera macchina da gol. Uno di quelli che non vedi mai nel corso del match, ma che ha l’abilità di trasformare in una doppietta anche solo due palloni toccati; se i centrali laziali, Cardelli e Pedrazzini, saranno quelli che abbiamo imparato a conoscere nel corso del campionato, anche la punta viola al Gentili però dovrà faticare. I pericoli arriveranno anche dagli esterni con i velocissimi Giuseppe Caso e Franklyn Akammadu, entrambi attaccanti duttili e capaci di giocare sia al centro dell’area di rigore che sulla fascia. Occhio di riguardo anche per il centrocampista Degl’Innocenti, unico reduce viola dell’Europeo dell’Italia Under 17, e per il mediano Militari, vera e propria anima della squadra.

L’appuntamento è fissato per domani, domenica 31 maggio al campo Gentili. Gli ingredienti per godersi un grande spettacolo ci sono tutti. La Lazio proverà l’ultimo passo, il più complicato: quello per salire sul pullman destinazione Chianciano.