Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

Lazio fuori dai play off, avanti la Carlisport Cogianco al PalaKilgour

La squadra di Claudio Giuliani battuta nel playoff dal team castellano



I Giovanissimi della LazioAl PalaKilgour di Ariccia la Lazio viene eliminata dai playoff per mano della Carlisport Cogianco. A pesare, però, sull'esito della partita un arbitraggio non all'altezza della situazione. “Era un'impresa andare a vincere in casa loro – esordisce Massimiliano Catania -. Abbiamo giocato una grandissima partita, passando in vantaggio e venendo ripresi prima dell'intervallo. Nel secondo tempo siamo ripartiti alla grande poi, purtroppo, un episodio ha cambiato l'esito della partita”. Proviamo a ricostruire quanto accaduto. Il portiere della Carlisport Cogianco anticipa la ripartenza di un giocatore della Lazio e spedisce il pallone in rimessa laterale. La Lazio si appresta a battere, ma un castellano batte anticipando tutti i biancocelesti. La Lazio protesta con l'arbitro per la perdita di tempo, ma il direttore di gara, a sorpresa, lascia proseguire il gioco: la Carlisport Cogianco riparte e segna il 2-1 con la formazione capitolina presa in contropiede da questa clamorosa situazione. Ne nascono delle proteste e un rosso diretto piuttosto gratuito. In inferiorità numerica, la Lazio subisce anche il 3-1. Ristabilita la parità di uomini, i romani tornano sotto col portiere di movimento e per poco non impattano il match. Finisce 3-2 e al termine dell'incontro volano altri due cartellini rossi all'indirizzo di giocatori laziali. “Un furto clamoroso – prosegue Catania -. Ci troviamo costretti a lamentarci di un arbitraggio scandaloso, non all'altezza della situazione per competenze tecniche, etiche e di buon senso. Il verdetto del campo lo accettiamo, non ci aspettavamo certo che la Carlisport Cogianco ci restituisse il pallone perché, come dice un loro dirigente, essendo gare di finali è tutto lecito... Non si tratta neanche di fair play, ma di buon senso. Rimane il fatto che i ragazzi hanno fatto una grandissima prestazione e non abbiamo nulla da rimproveragli. Certo, resta l'amaro in bocca, con la speranza che una società col blasone e con la storia che ha la Lazio possa essere maggiormente tutelata in futuro con scelte arbitrali decisamente diverse”.