Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Lazio, le ragazze esordiscono con lo Statte

Al via il campionato di Serie A Femminile. Pomposelli: "Sarà un grande match"



Arianna PomposelliIl momento tanto atteso è arrivato: domenica, alle ore 15, esordisce in campionato la squadra femminile della S.S. Lazio Calcio a 5. La prima partita vedrà Benvenuto e compagne opposte al Real Statte, il team più titolato della storia del futsal italiano. Match dal sapore del tutto particolare, perché se è vero che è la prima per la Lazio, è altrettanto vero che questa squadra nasce sulla base di quello che fu L’Acquedotto: ai playoff della passata stagione fu proprio lo Statte a spegnere il sogno delle alessandrine. Insomma, non solo l’emozione della prima, ma un particolare sliding doors all’alba della nuova Serie A Elite.

“Abbiamo disputato un lungo precampionato – racconta Arianna Pomposelli -. Arriviamo a questo appuntamento dopo aver messo a punto tanti aspetti tattici e pronte sul piano fisico. È dal 17 agosto che corriamo: affrontiamo un avversario forte, ma ci sentiamo all’altezza della situazione”.

Come detto, non solo l’emozione della prima, ma nella testa anche quell’eliminazione ai playoff della passata stagione: “Da parte nostra c’è voglia di rivalsa, perché certe sconfitte, per quanto feriscono, non si dimenticano. Entreremo in campo con la maglia della Lazio, ma il cuore sarà sempre lo stesso dello scorso anno. Metteremo in campo qualcosa in più ed essendo la prima giornata, c’è voglia di far bene a prescindere da qualsiasi ragionamento”.

Tanti i segnali positivi di questo precampionato, con le vittorie su Lazio Femminile e Ternana a farla da padrone: “Rispetto all’anno passato, arriviamo a questo punto più pronte, più preparate. Abbiamo avuto modo di sperimentare tante nuove soluzioni e di affinare meglio quelle vecchie. Possiamo e dobbiamo crescere ancora moltissimo. Per ora abbiamo solo dimostrato di poter dire la nostra, che siamo una squadra quadrata”. Insomma, al PalaGems ci si attende un grande match: “Non regaleremo niente, sarà una bella partita, quella delle grandi occasioni”.