Notizie
Categorie: Altri sport

Lazio, per ripartire c'è l'Acquachiara

I biancazzurri devono cancellare il pesante ko di Napoli. Formiconi ed il gruppo credono nel successo



Lazio in attacco (foto Napolitano)Settimana corta e molto dura per la Lazio Nuoto. Dopo la pensate sconfitta di Napoli contro il Posillipo Formiconi ha tenuto a raccolta i suoi, lavorando in piscina con costanza per preparare la sfida di domani. Nell’anticipo della 14^ di A1 di pallanuoto al Palazzetto biancoceleste, alle ore 19, arriverà infatti la Carpisa Yamamay Acquachiara, terza forza del campionato con 28 punti e reduce dal pari interno con lo Sport Management. L’ultima uscita ha invece allontanato i capitolini dalla zona play off e lasciato l’amaro in bocca, per questo a bordo vasca si è respirata voglia di rivalsa. Tra gli ospiti assente per squalifica Scotti Galletta, pedina importante di un organico comunque validissimo, agli ordini di coach De Crescenzo. 


Ci crediamo! Il domatore Pierluigi Formiconi non ha gradito quanto visto alla Scandone, non ama perdere, figuriamoci il quel modo e adesso l’allenatore della Lazio Nuoto chiede ai suoi una reazione: “Sono convinto che domani faremo una grande partita, abbiamo parlato e gli ho detto: non ci credo che siete quelli di sabato scorso. Forse abbiamo sottovalutato la gara sbagliando completamente l’approccio, loro hanno lavorato alla grande, ora dobbiamo dimostrare in acqua che è stato solo un passo falso, poi si può anche perdere ma l’obbligo è di lottare dall’inizio alla fine, senza sosta. Vogliamo staccarci dalla parte bassa della classifica per riprendere la scalata, l’Acquachiara è una squadra molto forte, ha giocatori di qualità, ma noi non siamo da meno e in fondo non ho mai Leporale (foto Napolitano)visto un uomo in bocca ad un altro uomo”. Convinto che in acqua si tufferà una squadra diversa anche il centroboa Matteo Leporale: “Con il Posillipo è stata probabilmente l’unica partita che abbiamo sbagliato completamente, non giocarcela come sabato è stato pesante, l’approccio non può essere questo, non si può perdere una partita senza scendere in acqua. L’Acquachiara la abbiamo affrontata e battuta l’hanno scorso prima di Natale in una situazione simile anche se al momento siamo più sereni, dobbiamo guardare a noi, abbiamo tenuto testa anche allo Sport Management, si può fare, serve però concentrazione per giocarsela fino in fondo. Se vinciamo ci stacchiamo dalla zona salvezza e si può lavorare con più tranquillità. Siamo romani, a perdere così non ci stiamo, ci siamo guardati negli occhi con la voglia di voltare pagina, già da domani”.