Notizie
Categorie: Altri sport

Lazio sconfitta a Padova, al "Plebiscito" vince il Petrarca

Partita decisa nel primo tempo e mai in discussione, con bonus offensivo centrato dai padroni di casa già al 52' della ripresa



Scatti del matchPETRARCA PADOVA v IMA. LAZIO  34-15 (22-3)
MARCATORI p.t. 3' cp. NIkora (3-0), 11' cp. Calandro (3-3), 19' m. Conforti tr. Nikora (10-3), 25' m. Rossetto tr. Nikora (17-3), 30' m. Acosta (22-3); st. 52' m. Su'a tr. Menniti-Ippolito (29-3), 59' m. Bettin (34-3), 76' m. Riedi (34-8), 80' m. Di Roberto tr. Biasuzzi (34-15).
PETRARCA PADOVA Menniti-Ippolito; Bettin, Favaro, Benettin, Rossi (41' Fadalti, 47' Francescato); Nikora (56'st Marcato), Su'a; Targa, Conforti (cap.), Nostran (52'st Salvetti); Gower, Michieletto (49' Tveraga); Rossetto (42 ' Iacob), Ferraro (46' Maistri), Acosta (65'st Milani) ALLENATORE Cavinato
IMA LAZIO Lo Sasso; Giancarlini, Panetti (53' Nitoglia), Musso, Rigo (64' Becerra Valverde); Calandro (60' Bonavolontà), Martinelli; Ymaz (65' Vagnoni), Filippucci (cap.), Romagnoli; Damiani (58' Biasuzzi), Riedi; Rochford, Lupetti (51' Cugini), Di Roberto ALLENATORE Pratichetti
ARBITRO Pennè
NOTE Cartellini 55’ giallo a  Iacob (Petrarca Padova), 77' giallo a Benettin (Petrarca Padova) Calciatori Nikora (Petrarca Padova) 3/4; Menniti-Ippolito (Petrarca Padova). 1/2; Calandro (IMA Lazio) 1/3; Biasuzzi (IMA Lazio) 1/2.

Forte impatto sulla partita per il Petrarca del primo tempo: dopo il vantaggio iniziale siglato da un piazzato di  Nikora al 3' ,seguito dalla risposta al piede di Calandro, è la squadra di Cavinato ad alzare il ritmo dell'incontro e a  siglare tre mete in sequenza, al 19' con il capitano Federico Conforti e al 25' e al 30' con i due piloni Jody Rossetto e  Romulo Acosta  che segnano il destino del match prima del fischio finale del primo tempo.Petrarca che impressiona positivamente per qualità di gioco e propensione all'attacco e Lazio che per tutta la prima frazione non entra mai veramente in partita.  Nella ripresa arriva l'attesa reazione della Lazio che ritrovando le sue armi migliori, aggressività e difesa, si mostra capace di arginare le ripetute sortite avversarie nella propria metà campo e di proporsi in attacco. La seconda frazione di gioco si conclude  con due mete per parte realizzate da Andrea Bettin e da Jeremy Su'a per i tutti neri e da Riedi e Di Roberto per la Lazio. Il Petrarca si è dimostrata  squadra molto attrezzata, con un' ottima qualità di gioco ed una lucida abilità nel sfruttare tutte le superiorità a proprio vantaggio. I punti a referto per la Lazio arrivano grazie al piede di Calandro all'11 del primo tempo e alle due mete allo scadere del secondo tempo. Al 76' è Francesco Riedi a segnare la prima meta dell'incontro per i biancocelesti con un pick and go avanzante. L'ultima meta del match arriva per merito di tutta la mischia biancoceleste. Davide Di Roberto schiaccia l'ovale in meta dopo un raggruppamento susseguente a touche,con un  drive portato avanti dai primi otto uomini del XV guidato da Pratichetti e Coppeto.   Il Petrarca Padova è stata la squadra che finora ci ha maggiormente impressionato in tutto il campionato" ha dichiarato il presidente Alfredo Biagini "Ancora una volta molto bene l'impegno dei ragazzi in campo, con qualche disattenzione in meno avremmo potuto limitare lo score di qualche punto, ma va dato grande merito ai nostri avversari per la vittoria. Positiva la nostra reazione nel secondo tempo, dove abbiamo reagito ancora una volta con grande carattere. Il divario tra le due squadre si è visto in campo e per colmarlo dobbiamo continuare a lavorare per migliorarci. Complimenti a chi oggi ha sostituito giocatori importanti assenti per infortunio; siamo contenti per Magnanti giovane del nostro vivaio, per Amendola che ha fatto un buon secondo tempo e per Cugini che sta migliorando di partita in partita".