Notizie

Lazio, Simone Inzaghi cambia modulo? Tentazione 4-3-1-2

Oggi nell'amichevole contro il Serpentara (terminata 2-2), il tecnico biancoceleste ha provato per la prima volta il rombo: poche soluzioni sulle fasce e molti attaccanti a disposizione. Sabato prossimo test con il Fondi



Simone Inzaghi ©Laura Del GobboLa Lazio incappa nel suo primo pareggio estivo dopo aver inanellato solo vittorie. A Formello finisce 2-2 contro il Serpentara (squadra militante in Serie D). Biancocelesti avanti nel primo tempo con il gol di Alessandro Rossi ed il rigore di Simone Palombi per poi però arrendersi alla rimonta avversaria che costringe quindi i ragazzi di Simone Inzaghi al primo rallentamento di questo precampionato. La vera notizia però del test amichevole è quella del cambio modulo: l'allenatore piacentino ha infatti provato per la prima volta il 4-3-1-2, accontonando momentaneamente il fedelissimo 4-3-3. Motivo? Tanti giocatori centrali, troppi dubbi e poche soluzioni sulla fasce, una scelta influenzata anche dagli addii di Oikonomidis e Tounkara, due esterni di lusso per la Primavera. Molti ex Allievi al primo anno di Primavera hanno un po' faticato nell'approccio, soprattutto dal punto di vista fisico. E allora ecco una piccola grande rivoluzione tattica. La squadra biancoceleste quest'anno potrà contare su due centravanti di assoluto valore quali Alessandro Rossi e Aimone Calì: il primo è pronto a continuare la sua grande ascesa dopo il quinquennale firmato, il secondo vuole riscattarsi dopo l'esperienza alla Roma. Allora perchè privarsi di entrambi? Il 4-3-1-2 è la risposta migliore. Nella coppia d'attacco può agire anche Palombi seppur con caratteristiche più da seconda punta e da esterno. Nel ruolo di trequartista Inzaghi potrà sbizzarrirsi: il veterano Murgia, il nazionale ed ex capitano degli Allievi Daniel Bezziccheri (utilizzabile anche davanti) e, da non sottovalutare, il giovane e nuovo arrivato Dejan Sarac, talento cristallino classe '98 che si sta ben comportando sotto gli occhi di Simone Inzaghi. Sulla mediana, grande abbondanza: Rokavec, lo stesso Murgia, il gigante Folorunsho, il regista Borecki, solo per dirne quattro, costituiscono un ottimo, quanto completo quartetto nel quale pescare. In difesa confermatissimo Mattia, ed accanto a lui il nuovo che avanza, i due centrali che tanto hanno fatto bene con Francheschini: Pedrazzini e Cardelli, pronti ad esplodere definitivamente. In vista dell'inizio del campionato, con Guerrieri in prima squadra e Borrelli che dovrà scontare tre turni di squalifica, il vero problema è in porta. In vista dell'inizio del campionato previsto per il 12 settembre, svolgerà un'altro test amichevole sabato 29 agosto contro l'Unicusano Fondi, con tutta probabilità sempre a Formello, e chissà, ancora con il 4-3-1-2.