Notizie
Categorie: Altri sport

Le parole della giocatrice della Dream Team Claudia Cantarini

Dopo la conferma ufficiale del prestito dal Quintillia, la schiacciatrice punta al prossimo anno con entusiasmo



Una stagione trascorsa alla Dream Team Roma è bastata a Claudia Cantarini per diventare una vera gialloblù. Con il suo arrivo la squadra di Liguori ha acquisito un'ulteriore apporto di esperienza e determinazione, arrivando a centrare la promozione in Serie D e l'ambito triplete con la vittoria dei Trofei Appio e Roma. “Penso all’anno trascorso e mi viene la pelle d’oca – fa sapere Claudia ripercorrendo le tappe della scorsa stagione - Un anno che può essere racchiuso negli sguardi decisi delle mie compagne di squadra anche nelle partite più difficili. Le emozioni che ho vissuto saranno il motore per l’anno che sta iniziando”. La giocatrice classe '85 è stata costretta ad uno stop nelle ultime settimane in seguito ad un infortunio, ma la strada per ritrovare il pieno della forma non sembra più così lunga: “Ho avuto solo ieri l’ok del medico per ricominciare a fare tutti i movimenti di gioco e devo recuperare quasi due mesi di fermo totale. Per il 100% ci vorrà un po’ ma spingerò sull’acceleratore per recuperare l’indispensabile entro la prima amichevole (tra una ventina di giorni, ndr) – prosegue la Cantarini rivelando un caratteriale combattivo - Ho troppa voglia di giocare e non sono affatto paziente...”. Il campionato che dovranno affrontare le gialloblu si preannuncia più difficoltoso di quello passato, ma l'approccio della squadra lascia intendere la volontà del gruppo di continuare ad andare avanti a testa alta, come sottolinea la schiacciatrice: “Incontreremo squadre più tenaci rispetto allo scorso anno, contro le quali sarà fondamentale la componente mentale. Dovremo abituarci a lottare per tutti e 25 i punti”. Per fare bottino pieno ci sarà bisogno di molta qualità, tanta convinzione e anche un pizzico di buona sorte veicolata magari da qualche oggetto portafortuna come il cerchietto giallo della Cantarini, accessorio senza il quale la giocatrice non ha mai giocato. E se le chiedete “Lo indosserai anche quest'anno?” Claudia risponde con la sua solita spiccata autoironia: “Per forza… Da lontano mi toglie due/tre anni d’età che sono fondamentali in una squadra così giovane! Ovviamente scherzo... Ma – rassicura - il cerchietto ci sarà”.