Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Le precisazioni della Carlisport sulla penalizzazione del Belvedere

La società castellana prende posizione dopo il polverone alzato dalla decisione del giudice sportivo di togliere un punto alla società calabrese



Image titleLa Carlisport Cogianco è costretta a prendere una posizione ufficiale dopo l’enorme polverone che si è alzato in seguito alla decisione della Disciplinare di penalizzare di un punto l’Atletico Belvedere. La società Carlisport Cogianco si dice dispiaciuta della vicissitudine in cui è capitato il club calabrese, conferma di credere profondamente nella giustizia sportiva ed è pronta ad accettare qualsiasi verdetto se l’Atletico Belvedere si dimostrasse estraneo alle accuse formulatele. La storia delle “vecchie” Carlisport Ariccia e Cogianco Genzano parla in maniera chiarissima: siamo abituati a vincere i titoli sul campo e sappiamo riconoscere l’assoluta bontà del percorso sportivo dell’Atletico Belvedere in questa stagione, al quale va tanto di cappello. Quello che la Carlisport Cogianco non tollera nella maniera più assoluta sono le accuse infamanti, arrivate dai personaggi più “bizzarri”, di poter addirittura “condizionare” le decisioni della giustizia sportiva e manovrarle in qualche maniera. A queste follie verbali e alle minacce ricevute personalmente dai nostri esponenti societari, ci opponiamo con grande fermezza e annunciamo che ci siamo pronti a tutelarci eventualmente nelle sedi opportune. La Carlisport Cogianco è stata semplice spettatrice delle decisioni (ancora “temporanee” nel senso di soggette a legittimi ricorsi) della giustizia sportiva e su questo nessuno può disquisire. Per quanto riguarda le questioni di campo, la società sa bene che mancano due partite durissime alla fine del campionato e che il finale del girone B di serie A2 è ancora da scrivere, così come bisognerà attendere l’ultima parola del percorso giudiziario relativo al punto di penalizzazione dell’Atletico Belvedere.