Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Lega Pro, al Gentili la Lazio sfida la Roma capolista

I giallorossi di Rubinacci vogliono vendicarsi dopo il ko dell'andata, Coletta vuole mettere il punto esclamativo sulla sua gestione dopo il successo sull'Aversa Normanna: appuntamento alle ore 15.00 al Gentili



Se ci avessero chiesto in quale momento della stagione avremmo voluto far giocare il derby di ritorno, la nostra risposta sarebbe stata comunque la stessa già decisa dal calendario: il 15 febbraio. La stracittadina arriva in un momento in cui Roma e Lazio hanno tanto da raccontare: la prima con la presunzione di trovarsi in corsa solitaria, davanti a tutti, padrona di un primo posto difficile da mettere in discussione; la seconda, dopo tante vicessitudini, sembra aver  finalmente intrapreso la strada giusta.

Giulio ColettaL'emblema del momento magico dei biancocelesti sta tutto nel successo della settimana scorsa in quel di Aversa, contro la seconda forza del girone e vera sorpresa di questo campionato: un chiaro segnale di ripresa che ha regalato a Rubinacci, sicuramente, qualche pensiero in più. La favorita (numeri e valori alla mano) però rimane la Roma, anche se poi azzardare un pronostico diventa complicato: non per la paura di sbagliare, ma semplicemente perchè se si va ad analizzare quanto successo nell'ultimo mese ad entrambe le squadre, non avremmo comunque in mano la chiave per aprire il libro delle risposte (chi è mai riuscito a trovarla prima di un derby?). Lo ripetiamo: adagiarsi sul fatto che la Roma è prima in classifica è una soluzione troppo frettolosa e superficiale. Non è un caso che all'andata, a Trigoria, Miceli soprese tutti e con la sua rete regalò alla Lazio una delle poche gioie di questa stagione, una prestazione da ricordare dopo la quale però non ne sono seguite altre sullo stesso livello fino, però ad arrivare, a quella molto positiva di una settimana fa, già citata, in terra campana: che l'aria della stracittadina faccia risvegliare i biancocelesti? Se veramente così fosse, prepariamoci perchè allora sarà gran derby.

Alessandro Rubinacci ©Foto Luciano SacchiniRubinacci vorrà far valere la legge del più forte, e sarà atteso in quel del Gentili da chi, in qualche modo, volontariamente o meno, è riuscito a rimettere, per ora, in piedi una squadra che sembrava aver perso l'equilibrio: Giulio Coletta. Starà alla Roma trovare la forza di ributtarla giù e far tornare il Generale con i piedi per terra (ma difficilmente dietro la scrivania), con la voglia di ricordare a tutti, nella partita più attesa dell'anno, che godersi il primato in classifica a dieci punti di distacco sulla seconda  e a diciannove sui cugini non può essere per nulla un caso.

Dubbi, certezze, tante parole ed unica grande voglia: quella di goderci lo spettacolo. Non ci rimane che aspettare il fischio d'inizio: domani, campo Gentili, ore 15.00