Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Nazionali

Lido di Ostia e Martinelli da 110 e lode: "Col Fondi vittoria che ci voleva"

Parla il giovane laterale delle formazione lidense dopo l'importante successo contro i pontini



Federico MartinelliUn bellissimo riscatto. Il Lido di Ostia aveva un peso sul groppone: quei sette gol subiti dalla Capitolina (comunque ora prima della classe) erano un’onta da lavare al più presto e l’input di mister Matranga era stato chiarissimo. Detto, fatto: i lidensi hanno travolto il Fondi (ex primo della classe) per 6-3 al termine di una gara intensa, molto ben giocata e determinata dalla tripletta di Fred e dalle reti di De Santis, Gentile e Alvarito. Tra le tante note liete del match di sabato scorso c’è stata la prestazione del giovane laterale Federico Martinelli che due giorni prima si è laureato in ingegneria informatica. "Una settimana davvero positiva – sorride l’atleta che a gennaio compirà 22 anni – sia a livello personale che sportivo. Per quanto riguarda la partita, abbiamo giocato molto bene anche nella prima frazione conclusa sul punteggio di 1-0 per gli ospiti. All’intervallo il mister ci ha detto che era il momento di tirare fuori gli attributi e la squadra è scesa in campo con uno spirito ancora più aggressivo. Non era facile contro una formazione come Fondi e in quel momento di campionato reagire in maniera determinata come abbiamo fatto, arrivando fin sul 4-1 e sfruttando in positivo la mossa del portiere di movimento ospite. Il Fondi poi ha provato a riportarsi sotto fino al 4-3, ma non ci siamo fatti beffare". In una classifica che è molto corta, il Lido di Ostia è attualmente splendido terzo assieme all’Eboli e allo stesso Fondi. "Il campionato di serie B è di un livello davvero alto e al tempo stesso non mi sembra ci siano squadre sprovvedute. Ora, per esempio, faremo visita al Palombara e sappiamo che sarà un match tosto. Speriamo di riuscire a ripetere la prestazione di sabato scorso". Martinelli, che anche l’anno scorso ha vestito la maglia del Lido di Ostia, sta pian piano prendendo sempre maggiore spazio nelle rotazioni di Matranga. "Sono contento, avverto la fiducia del mister e sento di riuscire ad essere più incisivo rispetto alla scorsa stagione quando sono chiamato in causa".