Notizie

Lo spettacolo Hieros Gamos chiude la quarta edizione del Festival Internazionale della Danza

Domani calerà il sipario sulla kermesse, protagonista della serata la giovane danzatrice, attrice e coreografa italiana di origine africane Ashai Lombardo Arop



Ashai Lombardo AropIl quarto Festival Internazionale della Danza chiude il suo percorso annuale iniziato lo scorso aprile e presenta il suo ultimo appuntamento domani 26 giugno alle 20:30 nella Sala Casella dei Giardini della Filarmonica Romana. Il Festival contraddistinto dalla sperimentazione e dalla qualità degli interpreti, propone nella serata romana lo spettacolo Hieros Gamos di Ashai Lombardo Arop, giovane danzatrice, attrice e coreografa italiana di origine africane. La stessa autrice racconta la strada tracciata con questo spettacolo come un passaggio: “Dallo yin e lo yang, al lingam e la yoni, fino ad arrivare al Cristo e la Maddalena le polarità ierogamiche, l’unione sacra fra mascolino e femminino, sono state al centro della nostra cultura e da essa progressivamente ignorate fino a causare una frattura catastrofica: la conflittualità del nostro secolo tra uomo e donna, che sembrano non comprendersi più. Ma la lotta reale è fra il maschile e il femminile che è all’interno di ogni essere umano e la chiave per ritrovare un equilibrio è la loro riappacificazione” Un unione di balli di antica memoria e passi moderni, con una mai dimenticata attenzione a quelle che sono le tradizioni mediterranee che guideranno lo spettatore alla scoperta di un mondo di memorie che appartiene alla collettività delle popolazioni europee. Una trama che si spiega al meglio grazie alle musiche di Michele Maione, percussionista e poli-strumentista che firma le melodie di Hieros Gamos tenendo vivo il ricordo del ritmo e delle percussioni del tamburo, fra esperienze africane e ritmi latini.