Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Lo Sporting Città di Fiumicino ha messo la freccia

Il Montecelio rallenta il Trastevere, la Vigor Acquapendente esclude il Ladispoli dalla corsa al titolo



Foto © asdcittadifiumicinocalcio.comUn turno infrasettimanale che ha riservato sorprese e che ha reso ancora più appassionante un campionato già bellissimo: c’è stato il sorpasso in vetta, con lo Sporting Città di Fiumicino di Scudieri che ha messo la freccia, battendo all’inglese il Fonte Nuova (ormai fuori da ogni discorso per i primi due posti) con il solito Di Fiandra e Marzi, scavalcando il Trastevere che non è andato oltre il pari con il Montecelio. Nota di merito alla formazione di Amici, che si è giocata alla grande la gara nonostante non avesse più nulla da chiedere al campionato e, pur sbagliando un rigore con Cesaro, è riuscita a ribaltare l’iniziale svantaggio con il team di Pirozzi che ha trovato il definitivo 2-2 con De Vincenzi. Gli aeroportuali domenica affronteranno in trasferta un Montefiascone bisognoso di punti salvezza, per poi vedersela con il Montecelio e chiudere con un Grifone Monteverde già salvo. Il Trastevere, invece, sfiderà prima il Grifone, poi il Ladispoli e il Fregene in trasferta. Dietro le prime due si piazza la Vigor Acquapendente, che regola di misura il Ladispoli, ormai probabilmente fuori dal discorso per i primi due posti, che cercherà di dare filo da torcere alle due battistrada (Fregene, Monterosi e Monterotondo le prossime avversarie, ndr), così come il Villanova, che ha superato grazie a Giampaolo il Fregene e continua a coltivare sogni di Serie D: condicio sine qua non per sperare nelle prime due piazze, battere Monterosi, Monterotondo e Almas. Qualche minima speranza resta al Fregene, che se dovesse vincere i prossimi scontri diretti con Acquapendente e Trastevere all’ultima di campionato (superando indenne anche la sfida con il CreCas), potrebbe ancora (ma dipenderà dall’incastro degli altri risultati) dire la sua. Chiudiamo con il Ladispoli che, come già detto sopra, probabilmente ad Acquapendente ha chiuso la sua stagione: un peccato per il club tirrenico, che avrebbe voluto giocarsi l’Interregionale nel nuovo impianto. Qualche punto di troppo lasciato per strada e alcune scelte sbagliate a dicembre non hanno permesso di lottare fino all’ultimo: resta da chiudere la stagione a testa alta, per riprovare a salire di categoria nel campionato 2015/2016, da protagonista assoluta. In chiave salvezza, quasi disperata la situazione di Futbolclub, Monterosi, e Santa Maria delle Mole. Per l’altro play out, lotta tra Sorianese (quasi salva), Civitavecchia, Monterotondo e Montefiascone.