Notizie

Lodigiani, Pichierri: "Sappiamo di avere un gruppo importante"

Il direttore sportivo loda la formazione di Rivetta: “Sarà una squadra che giocherà a calcio”



Poco tempo separa ormai le formazioni classe 2002 dal primo calcio d’inizio stagionale. La Lodigiani, immersa nell’ostico ed affollato girone B, affila le lame in attesa che cominci un campionato davvero interessante. Dopo la splendida figura fatta al Memorial Varani, impossibile per la società non sorridere d’orgoglio. Se ne fa ambasciatore il direttore sportivo Angelo Pichierri: “Abbiamo una squadra importante, per questo abbiamo deciso di affidarla Uno scatto durante il memorial Varaniquest’anno a due allenatori, Luca Rivetta e Marco Francolini, proprio per migliorare ulteriormente un gruppo su cui la Società fa già molto affidamento. L’obiettivo non è necessariamente vincere qualcosa, quanto più il far crescere questi ragazzi al fine di mandarli tra i professionisti.” Una squadra che, come già accennato, ha fatto intravedere le sue qualità e virtù, in particolare nei confronti contro le grandi: esiti come l’onorevole uno a zero subito dalla Juventus, o la grande impresa compiuta contro il Porto (vittoria per 3-2), hanno conferito alla Lodigiani il giusto appellativo di “sorpresa” del torneo Varani. Soddisfatto Pichierri che descrive così l’attegiamento del collettivo:  “I 2002 sono un team che gioca e giocherà a calcio, non a pallone. Tenteranno sempre d’imporre il proprio gioco. Noi siamo consapevoli del valore della squadra, però devo dire che alcune prestazioni sono andate al di là di quanto ci aspettassimo.” Al Varani è seguito poi il Memorial Testa, in cui la Lodigiani non è riuscita ad assaporare la vittoria: “Tre belle partite, senza far goal e senza subirne. Il Testa ci ha insegnato questo, che dobbiamo lavorare per far fronte alle squadre che si chiuderanno in campionato.” Un’ipotesi assolutamente concreta, vista la forza di questa squadra.