Notizie

Lodigiani, Scardini: "L'obiettivo sarà mostrare un'identità di squadra"

Il nuovo tecnico dei classe '00 è sicuro: "Il gruppo è ottimo e i presupposti per fare bene ci sono tutti"



Scardini, allenatore della LodigianiLa scorsa stagione Rivetta è riuscito ad ottenere risultati straordinari con questa squadra, ora toccherà a mister Scardini cercare di riconfermare la Lodigiani come una delle pretendenti al titolo. Non sarà facile, ma i presupposti per fare bene ci sono tutti: “Il gruppo è molto buono, lo era la scorsa stagione ed è rimasto tale anche quest’anno. Solo due ragazzi, Di Mascio e Oblac, sono andati nei professionisti, quindi qualcosa ci mancherà. La squadra comunque è di livello, lavora bene e porteremo avanti un processo di crescita”. Mancano ancora un paio di settimane all’inizio del nuovo campionato,ma tra preparazione atletica e amichevoli giocate il nuovo tecnico biancorosso si ritiene soddisfatto del lavoro svolto dai suoi ragazzi fino ad oggi: “Abbiamo giocato spesso con avversarie più grandi di noi e sinora ho visto cose positive perché il gruppo è sempre in crescita dal primo giorno in cui abbiamo iniziato a lavorare. Da un mese e mezzo a questa parte sto cercando di far acquisire una certa mentalità di gioco ai ragazzi, una mentalità propositiva,ma questo processo di crescita continuerà anche nella prima parte di stagione”. Ha le idee abbastanza chiare Scardini per quel che riguarda i suoi ragazzi, ma anche sulle squadre che potrebbero creare insidie durante il campionato: “Secondo me, a bocce ferme, posso dire che il nostro girone è un po’ più complicato rispetto all’altro. Nella prima fascia oltre a noi, vedo la Perconti, la Tor Tre Teste, il Carso che l’anno scorso ha fatto un’ottima stagione ed è rimasto fuori per pochi punti; poi c’è la Romulea che è una società in crescita e l’Aprilia che potrebbe essere una sorpresa vista la buona squadra che ha mostrato al Beppe Viola l’anno passato. Sulla carta sono queste le pretendenti più importanti, ma come ha dimostrato il campionato ’99 dell’anno scorso, tutti questi ragionamenti lasciano il tempo che trovano perché, ad esempio, nessuno dava per favorito il Certosa eppure alla fine ha chiuso al secondo posto dopo un’annata stratosferica”. Sarà una stagione tutta da vivere, chissà se con altre sorprese, intanto però mister Scardini non vuole sbilanciarsi troppo: “Non mi piace mai fare progetti per l’intera stagione, il nostro obiettivo principale sicuramente sarà avere un’identità di squadra, intesa come tipo di gioco e atteggiamento da rendere evidente ogni volta che scendiamo in campo. So che questo alla lunga potrà rivelarsi l’arma per fare bene in campionato e per cercare di entrare nel gruppo di squadre che si giocheranno le finali”.