Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Lorex Cup 2014: Pezzi e un super D'Angelo regalano il successo al Savio, Vigor ko

La squadra di Guglielmo s'impone di misura grazie al pallonetto dell'attaccante e alla prestazione del secondo portiere



L'autore dell'unico gol della gara, Pezzi foto©photosportroma.itMARCATORI Pezzi 7’pt 

SAVIO Mancini(1’st D’Angelo), Cursi (1’st Serafini), Troiano (6’st Capogna), Scartocci, Kalaj, Pezzi (8’st Stefani), Alfonsetti (8’st Fagioli), Nicoletti (1’st Fedeli), Fontana, Podda, Canepa (1’st Cecilia) ALLENATORE Guglielmo

VIGOR PERCONTI Frezzotti, Naplone, Schmitt, Millozzi, Pietrangeli, Spatara, Conti (13’st Ingrosso), Pastorelli, Kabangu (8’st Ceci), Giangrande, Straffi (1’st Piccolo) PANCHINA Campi, Laoretti, Leopardi, De Paola ALLENATORE Muzzi

NOTE Ammoniti Pietrangeli, Scartocci

Vittoria di misura per il Savio che raccoglie tre punti importantissimi nel girone più affascinante del torneo, nel quale sono state inserite anche Vigor Perconti e Ostia Mare. A fare la differenza è l’approccio alla gara, la squadra di Gugliemo scende in campo più determinata e già nei primi minuti mette in seria difficoltà i campioni d’Italia con Troiano, Frezzotti è bravo a deviare in angolo. Gli sforzi del biancoblu si concretizzano al 6’: passaggio in profondità per Pezzi, Frezzotti cerca di anticiparlo fuori dall’area di rigore, ma l’attaccante arriva prima e con un pallonetto di prima intenzione insacca nella porta della Perconti. La Vigor però non ci sta e nella ripresa si riversa all’attacco alla ricerca del pareggio: la prima grande occasione arriva all’ 8’st quando Ceci, solo davanti al portiere, tira inaspettatamente fuori. Negli ultimi cinque minuti sale in cattedra D’Angelo, il portiere del Savio entrato nella seconda frazione si rende protagonista con una prestazione straordinaria. Prima blocca un destro insidioso di Fagioli, poi negli ultimi istanti nega due volte il pareggio agli attaccanti della Vigor Perconti: due conclusioni di testa da posizione ravvicinata di Piccolo e Ceci, sempre imbeccati da Spatara, vengono infatti respinte dalla grande reattività del portiere, che permette al Savio di aggiudicarsi i tre punti in palio.