Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Luca Ripa carica l'Urbetevere: "Loro favoriti, ma daremo battaglia"

Il tecnico dei gialloblu è pronto al big match contro la capolista Tor di Quinto: "I numeri dicono che loro sono uno squadrone. Ai ragazzi chiederà massima concentrazione"



14a Giornata - 20 dic 2015
3 - 4

Luca Ripa,tecnico dell'UrbetevereE’ forse la crocevia più importante della stagione. E’ l’appuntamento che non si può sbagliare. L’Urbetevere domenica sfiderà la capolista Tor di Quinto in una gara che promette davvero spettacolo. Ma quali sono le sensazioni a due giorni dal big match? Lo abbiamo chiesto proprio al tecnico dei ’99 gialloblu, Luca Ripa.  

Mister Ripa, tra due giorni sfiderete il Tor di Quinto e in palio ci sono tre punti davvero molto importanti. Siete pronti?
“Si, siamo pronti. Affronteremo questa gara con grande serenità, cercando di giocare il nostro calcio con la consapevolezza di affrontare una corazzata. Loro arrivano a questo appuntamento da imbattuti, hanno la miglior difesa della categoria, quindi ci aspetta una gara difficile conto quella che probabilmente è la squadra più accreditata a vincere il campionato”.  

Quindi domenica il Tor di Quinto secondo te parte favorito?
“Non lo dico io, ma i numeri. Sono al comando della classifica, non sono mai stati battuti e hanno subìto soltanto sei gol in tredici partite. Numeri da squadrone…”.  

I ragazzi come stanno vivendo questa settimana?

“Io solitamente in tutte le gare, e non solo nei big match, ho un semplice dettame: niente tensione, ma solo tanta concentrazione”.

Spiegati meglio.
“La tensione inchioda i muscoli, non permette all’atleta di esprimere al meglio le sue qualità. La concentrazione, al contrario, esalta la prestazione e soprattutto riduce al minimo gli errori. Questo ovviamente per come vedo io le cose”.  

Pensi che in caso di sconfitta i tuoi potrebbero accusare il colpo a livello psicologico?
“Non credo. Il campionato è molto aperto, mancano tante partite. Anche in caso di vittoria, dobbiamo rimanere concentrati e affrontare ogni gara con la massima determinazione”.  

Mister, firmeresti per un pareggio?
“No, io sono abituato a giocare sempre per vincere. L’obiettivo è quello di portare a casa il massimo risultato, ovvero i tre punti. Ce la giocheremo fino alla fine, proprio come abbiamo sempre fatto. Noi ci siamo”.

Le foto del match