Notizie
Categorie: Lega Pro - Nazionali

Lupa Castelli, Colantoni: "A Melfi sarà una battaglia"

Il capitano degli amarantocelesti non si tira indietro: "Gara difficile, ma vogliamo vincere"



Colantoni Foto © SefTorresCalcioDomenica pomeriggio presso lo stadio “Valerio” di Melfi la Lupa affronterà la compagine di casa, guidata dal tandem Palumbo-Delvecchio, per la terza giornata di campionato. Una formazione, quella lucana, che ha dimostrato nelle prime giornate della stagione di voler dire la sua nel girone C della Lega Pro: sono tre, infatti, i punti finora raccolti dai gialloverdi, frutto della vittoria casalinga all’esordio contro la Juve Stabia e della sconfitta di misura rimediata domenica scorsa contro la Casertana. Ad analizzare l’impegno della Lupa alla vigilia della gara è il capitano degli amarantocelesti, Francesco Colantoni: “Quella lucana è una buona squadra, e siamo consapevoli che domenica ci aspetta una partita difficile, come tutte quelle che affronteremo nel corso di questa stagione. Il Melfi è una squadra quadrata, che fa della corsa e dell’agonismo le sue caratteristiche migliori, ma noi dovremmo essere bravi ad utilizzare le loro stesse armi per cercare di fare la nostra gara. Al di là del valore dell’avversario, infatti, noi abbiamo il dovere di affrontare i novanta minuti cercando di fare risultato, visto che abbiamo l’esigenza di racimolare subito punti importanti in chiave salvezza. Che di fronte ci sia il Benevento, il Melfi, il Catania o qualunque altra squadra, noi dobbiamo scendere in campo con l’obiettivo di provare a vincere la partita”.

Colantoni, d’altronde, l’ambiente lucano lo conosce bene, visto che giovanissimo vestì proprio la maglia del Melfi, nell’allora serie C2. Era la stagione 2005-2006, e il difensore romano era alla sua seconda esperienza tra i professionisti, dopo quella dell’anno precedente a Pavia.

“Sicuramente quella di Melfi non è stata una delle mie migliori stagioni”, ricorda Francesco. “A conti fatti la squadra andò molto bene, visto che l’obiettivo della società era la salvezza e riuscimmo addirittura a centrare i play off, ma a livello personale non fu per me una grande annata. Non trovai molto spazio, ma come ogni esperienza che ho vissuto sulla mia pelle anche quella mi ha aiutato a maturare. Di anni ne sono passati tanti ma Melfi era, e credo sia tuttora, una cittadina che vive di calcio, quindi sicuramente domenica ci sarà un bel clima ad aspettarci. Dopo la gara contro il Benevento, però, noi abbiamo maturato la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per disputare un buon campionato, la consapevolezza di essere all’altezza anche di avversari sulla carta più titolati di noi. Ora dovremo essere bravi a mantenere alta la concentrazione, affrontando ogni gara come se fosse una finale, e lasciando che a parlare sia ancora una volta il campo”.

L’appuntamento con la terza giornata del campionato di Lega Pro è per le ore 17.30 di domenica presso il “Arturo Valerio” di Melfi. Arbitro dell’incontro sarà il Sig. Daniele De Remigis di Teramo, coadiuvato da Michele Falco di Bari e Salvatore Marco Dibenedetto di Barletta.