Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Lupa Castelli immensa! Terracina beffata nel finale da super Chiesa

Una magia del fantasista giallorosso regala i tre punti al club di Alessandro Virzi



8a Giornata - 26 ott 2014
2 - 3

MARCATORI  31’ pt su rig. De Angelis (T), 24’ st D’Agostino (T), 28’ st Nohman (L), 40’ st Siclari (L), 48’ st Chiesa (L).
TERRACINA Di Loreti 7, Sopcic 6.5 (29’ st Mbida 6), Ruben Primo 6.5, Ortega 6.5, Falasca 6, Campobasso 6.5, Flamini 6.5, Paulis 6.5, De Angelis 7, D’Agostino 7 (36’ st Botta 6), Marconi 6.5 (32’ st Ciocia 6). PANCHINA Maggioni, Serapiglia, Cordeddu, Bartolomeo, Parnasilio, Benedetti. ALLENATORE Celestini.
LUPA CASTELLI ROMANI Tassi 6, Mazzei 6.5, Colantoni 6.5, Traditi 6.5 (35’ pt Della Ventura 6.5, 25’ st Montesi 6.5), Gordini 6.5, Baylon 6.5, Boldrini 6.5, Icardi 6.5, Nohman 7, Conti 6.5 (38’ pt Chiesa 7.5), Siclari 7. PANCHINA Scarfagna, Galluzzo, Fantini, Di Nezza, D’Orazi, Bertoldi. ALLENATORE Apuzzo.
ARBITRO Sig. Meleleo di Casarano, voto 6.
ASSISTENTI Gambini di Firenze e Cecchi di Pistoia. NOTE Angoli  5- 4 Ammoniti Baylon, Della Ventura, Falasca, Campobasso, De Angelis, Boldrini. Rec, 2’ pt – 4’ st Allontanato al 29’ st il tecnico della Lupa Castelli, Mario Apuzzo. Rigore sbagliato al 5’ st da Nohman (L).  

Image titlePartita maledetta per l’undici di Celestini bravi ad andare in vantaggio ed a raddoppiare, ma non altrettanto a gestire una vittoria quasi in tasca facendosi rimontare e sorpassare da una Lupa Castelli spregiudicata e tenace fino alla fine. Una partita viva quella tra la compagine pontina e la romana con entrambe le squadra ad affrontarsi a viso aperto e giocata su ritmi incalzanti. Sono i padroni di casa a metterci qualcosa in più nella prima frazione di gioco andando fin da subito a rendersi pericolosi con Marconi, da distanza ravvicinata, su punizione di D’Agostino. Tassi però è bravo a difendere i pali. Dalla parte opposta, all’ 11’, è Siclari a sorprendere Di Loreti ed a superarlo calciando poi per un ben appostato Nohman. Il suo tiro però viene deviato da Campobasso sulla linea. Al 31’ Ruben primo lancia Marconi, ma Baylon arriva prepotentemente su di lui commettendo fallo di mano. Il direttore di gara assegna così il penalty ai tigrotti. Sul dischetto va De Angelis che calcia centrale e gonfia la prima rete della partita. Calano i giallorossi e ne approfittano i biancoazzurri che per tutti i minuti del tempo assalgono la porta di Tassi sfiorando anche la rete con Marconi in due occasioni. Nella ripresa le dinamiche cambiano con il Terracina agguerrito alla ricerca del raddoppio e la Lupa Castelli deciso a cambiare le carte in tavola. Al 5’ è Campobasso ad intercettare con le mani il pallone nell’area terracinese e l’arbitro assegna stavolta il rigore ai giallorossi che tentano di pareggiare i conti con Nohman. Il tiro centrale del giocatore trova però un bravissimo Di Loreti a a deviare la sfera per un nulla di fatto.  La partita si accende con i Terracinesi galvanizzati ed i romani ancora più bramosi di mettere in tasca la vittoria. De Angelis, Boldrini e Colantoni tentano di cambiare il risultato, ma bisogna aspettare il 24’ per vedere un gol. Ci pensano i terracinesi con D’Agostino che entra in area superando il portiere e agevolando l’inserimento di De Angelis il quale, chiuso dalla difesa, restituisce la sfera al compagno che insacca per il raddoppio biancoazzurro. Quando i giochi sembrano già fatti arriva quello che pochi avrebbero potuto prevedere. I padroni di casa tirano i remi in barca ed i romani prendono in mano la partita portando a casa un risultato tanto gradito quanto cercato e sperato. Apre le danze al 28’ Nohman che approfitta di una disattenzione difensiva per agganciare la sfera sotto rete ed accorciare le distanze. Si continua a giocare a senso unico e, mentre al 33’ l’arbitro annulla per fallo in area un gol ai giallorossi, è al 40’ che Siclari riporta il punteggio in parità beffando difesa e Di Loreti. Quando il pareggio poteva sembrare il risultato più giusto per ciò che le due squadre avevano fatto vedere in campo, ci pensa Chiesa, in pieno recupero, a rendersi protagonista di una prodezza dalla distanza sorprendendo tutti e regalando i tre punti ai suoi che salgono a quota 20, ad un punto dalla capolista Ostia Mare. Eva Ruggieri