Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Lupa Castelli Romani, la nuova sede sarà a Rocca Priora. La società ufficializza l'accordo con la famiglia Amelia

Confermata la nostra indiscrezione: il club del presidente Virzi giocherà il prossimo campionato di D nell'impianto del "Monte Fiore"



Ve lo avevamo anticipato circa cinque giorni fa e adesso è ufficiale. La Lupa Castelli Romani saluta Frascati e si trasferisce a Rocca Priora dove giocherà per tutta la prossima stagione. A confermarlo è direttamente la società che sul proprio sito web tiene a ringraziare il Rocca Priora e la famiglia Amelia per la grande disponibilità: “Sono Foto: www.lupacastelliromani.itveramente soddisfatto del modo in cui siamo stati ricevuti qui a Rocca Priora – commenta il presidente Alessandro Virzi - mi sono trovato a parlare con delle persone che fin da subito hanno mostrato il mio stesso entusiasmo, la mia voglia di fare calcio in una determinata maniera. Sono rimasto stupito dall’umiltà dimostrata da Marco Amelia, che nonostante sia un Campione del Mondo e un giocatore di serie A si è immediatamente appassionato al nostro progetto, insieme a tutta la sua famiglia e ai suoi collaboratori. Ci hanno aperto le porte di casa loro senza chiederci nulla, anche perché tutti siamo consapevoli che inizialmente dovremo conoscerci, per poi capire cosa si potrà fare in futuro. Intanto pensiamo a preparare al meglio la prossima stagione, perché non abbiamo assolutamente intenzione di fare le comparse in serie D. In questi giorni la nostra priorità era quella di trovare una casa, e devo dire che non avremmo potuto sperare di meglio. Quello di Rocca Priora è un impianto all’avanguardia, e perfino il Commissario che lo ha ispezionato si è complimentato con noi. Ci sono da fare delle piccolissime migliorie, ma per l’inizio della stagione regolamentare saremo pronti”. Sulla stessa linea anche Pietro Rosato, direttore sportivo della Lupa Castelli: “Fin dal primo momento la famiglia Amelia ha dimostrato un grande entusiasmo e la volontà di ospitarci nell’impianto che gestisce. Da parte nostra, noi siamo stati ben contenti di accettare la loro ospitalità, nella speranza che in un prossimo futuro i rapporti possano consolidarsi e dar vita a nuove sinergie e proficue collaborazioni”.Il Diesse e il patron giallorosso, poi, tornano sulla vicenda Frascati: “Nell’ultimo mese abbiamo fatto delle specifiche richieste al Comune di Frascati, perché la nostra priorità era quella di restare nella città che ci aveva ospitato la scorsa stagione. Non abbiamo mai avuto nessuna risposta ufficiale dalla nuova Amministrazione, e l’unica offerta che ci è stata fatta ci avrebbe permesso di utilizzare il campo dello Stadio 8 Settembre per sole 2 ore al giorno, da suddividere tra la prima squadra e la Juniores. Inutile aggiungere che non sarebbe mai stato possibile accettare tali condizioni, di conseguenza siamo stati costretti a guardarci intorno. Mi dicono che alcuni esponenti delle altre squadre locali sono stati ben contenti di sapere che saremmo andati via, ma per quanto ci riguarda le polemiche non ci interessano. Speriamo che quei pochi tifosi che ci hanno sostenuto lo scorso anno a Frascati ci seguiranno anche a Rocca Priora, perché vogliamo continuare a dar loro delle belle soddisfazioni”. E anche il presidente Virzi è d’accordo: “Ho sempre dichiarato che mi sarebbe piaciuto rimanere a Frascati, se ci fossero state le condizioni giuste, perché è lì che lavoro e gestisco le mie attività commerciali, ma evidentemente non è stato possibile. Troppo spesso, al giorno d’oggi, la politica interviene anche nelle questioni che riguardano lo sport cittadino, e non è sempre un bene. Come lo scorso anno, voltiamo pagina, e cambiamo di nuovo casa. Sono certo che a Rocca Priora ci troveremo nelle condizioni di fare calcio come piace a noi, e speriamo di poter regalare a questa cittadina delle belle soddisfazioni”.